LASCIATE STARE AMY WINEHOUSE | T-Mag | il magazine di Tecnè

LASCIATE STARE AMY WINEHOUSE

Le polemiche che si sono sviluppate per l’iniziativa della sezione foggiana di Forza Nuova erano abbastanza prevedibili. Si tratta di un uso molto duro dell’immagine di Amy Winehouse per uno spot anti-droga. Sullo sfondo di un manifesto diffuso su Facebook appare la foto della cantante deceduta il 23 luglio per una sospetta overdose. In primo piano la scritta: «Devi vivere. Se ti droghi non ti Amy», con il doppio senso costruito sul nome dell’artista. Lo scopo del manifesto è chiaramente quello di attirare l’attenzione sul tema delle droghe e della loro pericolosità sociale.  Ma è lecito utilizzare l’immagine di una giovane donna appena scomparsa per sostenere le proprie idee?

E su questo non c’è molto da ragionare, perché si possono certo comprendere le ragioni della provocazione, fatta salva la libertà che a ognuno di noi va sempre riconosciuta per le sue azioni, ma è innegabile che quell’immagine, utilizzata in quel modo, è assolutamente di cattivo gusto.

 

Scrivi una replica

News

Bce: “Ripresa si rafforza ma rimane l’incertezza legata alle varianti”

“L’economia dell’area euro sta gradualmente ripartendo ed è atteso un netto miglioramento nella seconda metà del 2021, via via che i progressi nelle campagne di…

24 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Taiwan: “Dobbiamo prepararci ad un possibile conflitto con la Cina”

“Taiwan deve prepararsi ad un possibile conflitto armato con la Cina”. Lo ha affermato il ministro degli Esteri taiwanese, Joseph Wu, citando la crescente intimidazione…

24 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Miami, crolla palazzo condominiale: si temono diverse vittime

A Miami, più precisamente a Surfside, è crollato un palazzo condominiale nel corso della notte dì mercoledì 23 giugno. Al momento non è ancora chiaro…

24 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, ultima dichiarazione della Merkel al Bundestag

Nella giornata di giovedì 24 giugno, Angela Merkel ha sostenuto la sua ultima dichiarazione governativa al Bundestag, dopo 16 anni da cancelliera. L’ultimo discorso è…

24 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia