Sì alle pregiudiziali presentate da Pdl, Lega e Udc. Concia: “Prosegue battaglia di civiltà” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Sì alle pregiudiziali presentate da Pdl, Lega e Udc. Concia: “Prosegue battaglia di civiltà”

OMOFOBIA

La Camera ha approvato le pregiudiziali di costituzionalità sul testo della legge sull’omofobia presentate da Udc, Lega e Pdl. Le pregiudiziali sono passate con 293 sì, 250 no e 21 astenuti. Il ministro per le Pari opportunità, Mara Carfagna, si è astenuta mentre tutto il governo ha votato a favore. Rocco Buttiglione, Udc, ha spiegato che la norma avrebbe “sanzionato in maniera diversa rispetto allo stesso reato commesso contro un eterosessuale”. In riferimento al caso americano dove esiste una legge analoga Buttiglione ha aggiunto: “Ogni gruppo cerca di far approvare norme particolari e la maggioranza dei cittadini finisce col sentirsi discriminata dalle minoranze, con il risultato di maggiore disintegrazione e non integrazione”. Carolina Lussana della Lega Nord ha invece affermato che il disegno di legge avrebbe offerto “una protezione privilegiata alla persona offesa in ragione del proprio orientamento sessuale e in particolare discrimina fra chi subisce forme di violenza”. Il ministro Carfagna ha dichiarato di essersi astenuta “perché, pur non condividendo alcuni passaggi della proposta di legge presentata dal Pd, avrei preferito che si arrivasse alla discussione nel merito del provvedimento, per migliorarlo”. Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha accusato: “Questo voto una vergogna, una delle pagine più brutte e spero che non passi inosservata”. Come previsto dal regolamento, infatti, l’approvazione delle pregiudiziali di costituzionalità affossa le legge che, in questo caso, era stata già bocciata nel 2009.
Sul provvedimento si era data molto da fare la deputata del Pd, Anna Paola Concia (intervistata anche da T-Mag). “La maggior parte del Parlamento oggi ha scelto di stare dalla parte dei violenti e non delle vittime delle violenze e delle discriminazioni”, ha commentato la Concia in Aula interrotta dal presidente, Gianfranco Fini, per via della richiesta di parola sull’ordine dei lavori mentre la Camera si era già espressa sul merito con il voto. “Da settembre – ha fatto poi sapere la Concia in una nota – il Pd riproporrà di nuovo questa battaglia di civiltà contro le discriminazioni e la violenza, dentro e fuori il Parlamento, perché è compito di un grande partito, che si candida a governare il cambiamento, mettere al centro dell’agenda politica questi temi che riguardano tutti i cittadini”.

 

1 Commento per “Sì alle pregiudiziali presentate da Pdl, Lega e Udc. Concia: “Prosegue battaglia di civiltà””

  1. […] foto del matrimonio sono state pubblicate in esclusiva da Vanity Fair. Nei giorni scorsi la Camera aveva approvato le pregiudiziali di costituzionalità presentate da Udc, Lega e Pdl affossando il testo di legge, […]

Scrivi una replica

News

Draghi: «Il governo candiderà Roma per ospitare Expo 2030»

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha annunciato che Roma sarà candidata a ospitare Expo 2030. «Si tratta senz’altro di una grande opportunità per lo…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gran Bretagna, crisi della benzina fa salire i prezzi ai massimi da 8 anni

Continua la crisi della benzina in Gran Bretagna, dove i prezzi del verde sono arrivati ai massimi da otto anni e il prezzo medio di…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «Balzo degli esposti dei clienti contro le banche nel 2020»

«Balzo, nel 2020, degli esposti alla Banca d’Italia su presunti comportamenti anomali di banche e intermediari finanziari, a causa delle “lamentele all’accesso alle misure governative…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, sistema bancario al collasso

Il sistema bancario dell’Afghanistan è vicino al collasso. Questo è l’allarme lanciato alla Bcc dal capo di uno dei maggiori istituti di credito dell’Afghanistan.…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia