Il mondo arabo spezza il silenzio sulla repressione in Siria | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il mondo arabo spezza il silenzio sulla repressione in Siria

 “Il regno saudita non può in nessun modo accettare quanto sta accadendo in Siria. Non ha alcuna giustificazione” riporta una nota diffusa dal re dell’Arabia Saudita, Abd Allah, dopo aver ritirato il proprio ambasciatore da Damasco. Inoltre il re saudita lancia alla Siria un’ultimatum: “La Siria ha solo due strade davanti: scegliere la saggezza o sprofondare nel caos e nella violenza”. Anche Giordania, Kuwait, Bahrein e Tunisia hanno ritirato i propri diplomatici dalla capitale siriana.

 

Scrivi una replica

News

Ue, rinnovato regime di sanzioni contro Isis e al-Qaeda

Il Consiglio dell’UE ha rinnovato oggi il regime di sanzioni contro l’Isis e al-Qaeda (che consistono tra le altre cose in un congelamento dei beni…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Nell’Ue, tra marzo e giugno, 168mila decessi in più rispetto alla media»

Tra marzo e giugno 2020, nei 26 Paesi dell’Unione europea che hanno reso disponibili i dati, sono stati registrati 168mila decessi in più rispetto al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Spadafora: «Su palestre, piscine e centri sportivi prevalsa scelta di buon senso»

«Palestre, piscine e centri sportivi restano aperti!». Ill ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, ha commentato così le misure contenute nell’ultimo…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo i contagi hanno superato i 40 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 40.076.184 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia