Una tregua difficile | T-Mag | il magazine di Tecnè

Una tregua difficile

Di Marcello Sorgi

Tregua fragile. La strada resta ancora accidentata

Per varie ragioni, il compromesso siglato ieri a Palazzo Grazioli tra Berlusconi e Tremonti, dopo l’ultima lite per l’assenza del ministro alla votazione sul suo ex-braccio destro Milanese, si presenta piuttosto fragile. Ciascuno dei contendenti fa un passo indietro, il premier rinuncia alla cabina di regia che suonava come un’esautorazione del responsabile dell’Economia, ma quest’ultimo accetta di condividere le decisioni e le riunioni più importanti con i colleghi di governo, e soprattutto con Gianni Letta, che farà la spola tra Palazzo Chigi e gli uffici che furono di Quintino Sella. Non è proprio un commissariamento, ma poco ci manca. Tremonti lo ha accettato perché non aveva altra scelta e perché ancora una volta, in suo favore, proprio quando l’asse con il Carroccio sembrava incrinato, ha funzionato l’amicizia con Bossi, che con poche parole e con il realismo dei vecchi politici ha fatto capire al Cavaliere che era l’unica strada.

Continua a leggere su La Stampa.it

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, rinviato il viaggio a Pechino del segretario di Stato Blinken

Il viaggio a Pechino del segretario di Stato statunitense, Antony Blinken, è stato posticipato. Lo riporta l’agenzia Bloomberg, sottolineando che il rinvio è stato deciso…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Michel: «L’Ucraina è l’Europa e l’Europa è Ucraina»

«L’Ucraina è l’Europa e l’Europa è l’Ucraina. Non siamo intimiditi dal Cremlino e non lo saremo». Così il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, intervenendo…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Zelensky: «L’Ue sosterrà il nostro piano di pace»

«Nel corso dei nostri negoziati oggi abbiamo discusso l’attuazione del nostro piano di pace, che l’Ue sosterrà, perché è l’unico progetto comprensivo per recuperare l’architettura…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Donbass non ancora protetto, operazione speciale continua»

«Il Donbass non è ancora completamente protetto, quindi l’operazione militare speciale continua». A ribadirlo è stato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, secondo quanto riferito…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia