Pd. Democratiche generazioni in “guerra” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Pd. Democratiche generazioni in “guerra”

di Stefano Iannaccone

Il governo traballa e nel Pd è iniziato il riposizionamento degli aspiranti leader per acquisire un vantaggio strategico in vista di possibili Primarie. I giovani democratici, in particolare, hanno avviato una campagna di comunicazione aggressiva. Il capofila è Matteo Renzi, che ha annunciato un “Big Bang” alla Stazione Leopolda (28-30 ottobre). Il sindaco di Firenze è dunque passato dalla semplice volontà di rottamazione dei dirigenti all’intento di causare un’esplosione totale della politica. Parole che cavalcano il desiderio di azzeramento dell’attuale scenario, cristallizzato in un dibattito confusionario sia nel governo che nel principale partito di opposizione. Renzi punta a consolidare la sua immagine di innovatore per intercettare il consenso (e il malcontento) dei tanti elettori che chiedono un cambiamento, o per dirla in termini popolari “vogliono facce nuove”. E il primo cittadino fiorentino è sicuramente un volto poco noto rispetto ai numerosi attori politici logorati da anni di talk show e ruoli istituzionali.
Tuttavia, la nuova generazione democratica non appare coesa nell’obiettivo di “sfrattare” i leader provenienti dal Pci: l’eurodeputata Debora Serracchiani e il consigliere regionale della Lombardia Giuseppe Civati hanno promosso la convention “Il nostro tempo” (22-23 ottobre a Bologna); sin dalla denominazione è evidente un’impronta giovanilistica. L’appuntamento sembra il preludio al futuro dualismo nelle fila democratiche tra gli ex sodali Renzi-Civati. Inoltre emerge una strategia comunicativa meno d’assalto: il convegno è presentato come un elemento di arricchimento per il confronto nel partito. Ma pur sempre con un’occhiata sulla leadership.
La fase di riposizionamento, comunque, non investe solo le nuove generazioni: con l’avvicinarsi di un (possibile) ritorno alle urne, è ripresa la polemica tra veltroniani (con il suo MoDem) e dalemian-bersaniani. L’assemblea della corrente di minoranza ha rappresentato un passo verso l’innalzamento dello scontro interno per provare a riprendersi il partito guidato da Bersani. Il segretario in carica, però, ha prontamente rilanciato, valorizzando il suo ruolo di primo esponente dell’opposizione a Berlusconi: dalla metà del mese ha annunciato una mobilitazione nel Paese, che sfocerà nella manifestazione nazionale del 5 novembre con intervento a Piazza San Giovanni a Roma. Uno strumento per tacitare le ambizioni dei giovani rampanti e le speranze di rientro degli “soliti” rivali interni.

 

1 Commento per “Pd. Democratiche generazioni in “guerra””

  1. […] l’iniziativa Pd di Giuseppe Civati e Debora Serracchiani (di cui T-Mag si è occupato qui e qui) può essere seguita in diretta streaming sul sito di Prossima Italia. […]

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Oms-Ecdc: «Variante Delta dominante in gran parte dell’Europa»

La variante Delta della Sars-CoV-2 «si sta diffondendo rapidamente in tutta Europa ed è ora diventata il ceppo dominante in gran parte della regione». Lo sostengono…

23 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Italia, l’indice Rt sopra quota 1 per la prima volta dal 26 marzo

In Italia, l’indice Rt si è attestato a 1,26, in crescita rispetto allo 0,91 della scorsa settimana. È quanto emerge dalla cabina di regia per…

23 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 192,7 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 192.735.392. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

23 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Xi Jinping in Tibet promette «una nuova era»

«Una nuova era» e «un nuovo capitolo di stabilità duratura e di sviluppo di alta qualità per la regione»: è quanto ha voluto assicurare il…

23 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia