La proposta di Di Pietro: “Si deve tornare alla Legge Reale” | T-Mag | il magazine di Tecnè

La proposta di Di Pietro: “Si deve tornare alla Legge Reale”

“Si deve tornare alla Legge Reale. Anzi bisogna fare la ‘legge Reale 2’ contro atti criminali come quelli di Roma. Si devono prevedere arresti e fermi obbligatori e riti direttissimi con pene esemplari”. A proporre la linea dura è il leader dell’Italia dei valori, Antonio Di Pietro, in riferimento agli scontri avvenuti sabato durante il corteo degli indignati a Roma. “Non è tempo di rimpalli, ma di un’assunzione di responsabilità da parte di tutte le forze politiche per creare una legislazione speciale e specifica che introduca specifiche figure di reato, aggravamento dei reati e delle pene oggi previste, allargamento del fermo e dell’arresto, riti direttissimi che permettano in pochi giorni di arrivare a sentenza di primo grado”, ha aggiunto Di Pietro.

 

3 Commenti per “La proposta di Di Pietro: “Si deve tornare alla Legge Reale””

  1. Condivido l’inasprimento delle pene per questi e altri ,ma di pietro come convince i suoi alleati comunisti,non vogliono,anche perche ,dietro ai terroristi mascherati si nascondono figli di magistrati ,politici,non certo berlusconiani,pertanto tonino lascia perdere non fà per te.
    Grazie rudy

  2. […] di Roma. Si devono prevedere arresti e fermi obbligatori e riti direttissimi con pene esemplari”, aveva chiosato il leader dell’Idv dando così il la al ministro che anticipava il succo del discorso che […]

  3. […] di Roma. Si devono prevedere arresti e fermi obbligatori e riti direttissimi con pene esemplari”, aveva chiosato il leader dell’Idv dando così il la al ministro che anticipava il succo del discorso che […]

Scrivi una replica

News

Fabrizio Curcio è stato nominato capo della Protezione civile

Fabrizio Curcio è stato nominato nuovo capo della Protezione civile dal presidente del Consiglio, Mario Draghi. Curcio, 55 anni, succederà ad Angelo Borrelli, il cui…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Germania il 4,5% della popolazione ha ricevuto una dose di vaccino

In Germania, il 4,5% della popolazione, pari a 5,7 milioni di persone, ha ricevuto una dose di vaccino contro l’infezione da coronavirus. Lo ha riferito…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Nel quarto trimestre, fatturato dei servizi in calo del 7,6% su base annua»

«Nel quarto trimestre 2020 si stima che l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi diminuisca del 2,2% rispetto al trimestre precedente; l’indice generale grezzo registra un…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 113 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 113.086.223. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia