Sicurezza sul lavoro, la Commissione europea mette in mora l’Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Sicurezza sul lavoro, la Commissione europea mette in mora l’Italia

La Commissione europea ha messo in mora l’Italia obbligandola a rispettare le regole a causa di alcune incongruenze rispetto alle direttive Ue in tema di sicurezza sul lavoro. Le inadempienze contestate sono contenute nel D.lgs 106/2009 e la denuncia era partita da un metalmeccanico fiorentino, responsabile del lavoratori per la sicurezza (Rls) dal 2003, Marco Bazzoni. Il nome di Bazzoni non è nuovo alle redazioni in quanto è da molto tempo attento alle questioni relative alla sicurezza sul lavoro, inviando denunce o articoli alle redazioni di giornali al fine di rendere note le problematiche di un tema che, salvo casi particolari, difficilmente trova spazio sui media. Tanto che lo stesso Bazzoni, avendo agito per lo più da solo, si è trovato incredulo quando ha scoperto che la Commissione europea ha accolto la sua istanza. Ora, la Repubblica italiana sarà tenuta ad informare il metalmeccanico autore della denuncia.

 

Scrivi una replica

News

Von der Leyen: «Stop all’export dell’AstraZeneca fino a rispetto dei patti»

«Ci aspettiamo che AstraZeneca accresca i suoi sforzi per distribuire di più e mettersi in pari. Questo sarà il riferimento sulla possibilità per l’azienda di…

8 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Draghi: «Compiere scelte meditate, ma rapide»

Il governo deve «moltiplicare ogni sforzo». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in un videomessaggio alla conferenza “Verso una Strategia Nazionale sulla parità di…

8 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Rispettare e ascoltare le donne vuol dire lavorare per rendere migliore la nostra società»

«Perché disparità economiche, discriminazioni e violenze sono tutte figlie della stessa radice. Figlie di una mentalità dura a scomparire, che si annida anche nei luoghi…

8 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Myanmar, l’esercito occupa ospedali e università

L’esercito birmano ha occupato diversi ospedali e alcune università, in vista di uno sciopero generale proclamato dai sindacati per protestare contro il golpe del 1°…

8 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia