Pdl, Berlusconi: “Cambiare nome al partito, ma non sarà Forza Silvio” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Pdl, Berlusconi: “Cambiare nome al partito, ma non sarà Forza Silvio”

L’idea di cambiare il nome al Pdl è sempre viva. Ma Berlusconi assicura che non ha in mente liste collegate e soprattutto allontana l’ipotesi che il nuovo nome possa essere Forza Silvio.
Durante un vertice del gruppo del partito alla Camera, Silvio Berlusconi avrebbe affrontato i più svariati argomenti. A partire dalle elezioni, che conta possano tenersi soltanto nel 2013 al termine naturale della legislatura. “Abbiate, come la ho io, la stessa voglia di fare e di combattere forte e determinata di quando siamo scesi in campo. Andiamo avanti fino a dicembre, da gennaio quando le elezioni anticipate non saranno più un rischio faremo le cose che vogliamo e ci presenteremo al Paese con straordinarie riforme. Siamo disponibili -ha così aggiunto il premier – a modificare la legge elettorale, con l’introduzione del voto di preferenza”.
Che Berlusconi nutra l’auspicio di maggiori poteri previsti per il presidente del Consiglio è cosa abbastanza nota. E il concetto sarebbe stato ribadito ancora una volta, in riferimento alla possibilità di dimissionare i ministri (un riferimento a Tremonti, il suo?): “Non è possibile che in uno stato moderno il premier non possa dimissionare i ministri e che questi possano ridere in faccia al presidente del Consiglio”.
Berlusconi è tornato poi alla carica nell’ambito dell’informazione e del panorama televisivo: “Alcune trasmissioni tv sono allucinanti: stiamo lavorando per cambiare il panorama dell’attuale televisione”. Dopodiché ha suggerito il giusto comportamento da tenere nel corso dei dibattiti in tv: “Mai dare del tu agli avversari altrimenti la confidenza può dar luogo all’effetto teatrino. E poi contraddire sempre anche col linguaggio del corpo. La Ravetto è stata bravissima l’altra sera da Paragone all’Ultima Parola, ma non scuoteva abbastanza la testa quando parlava l’opposizione, prestava troppo attenzione”.
Infine, non è mancato il consueto racconto di un suo aneddoto. “Io ho grande popolarità in Russia. L’ultima volta – ha ricordato Berlusconi ai suoi – mi hanno portato in uno stadio a vedere uno sport in cui si danno botte da orbi, e Putin ha avuto cinque minuti di standing ovation e di applausi, io sei. Infatti mi ha detto: meno male che stai in Italia”.

 

Scrivi una replica

News

Inail: “180mila contagi sul posto di lavoro da inizio pandemia”

L’Inail ha segnalato quasi 180mila i casi di contagio sul posto del lavoro dall’inizio della pandemia al 31 agosto, pari a meno di un quinto…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

29/9 vertice tra Ue e Usa sul commercio e la tecnologia (Ttc)

Il 29 settembre Stati Uniti e Ue terranno un vertice sul commercio e la tecnologia (Ttc). Lo ha reso noto la portavoce dell’Esecutivo comunitario per il Commercio,…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mercedes partener di Acc per la produzione di batterie

Mercedes, per la produzione di batterie, diventa partner di Automotive Cells Company (Acc) , società costituita da Stellantis e TotalEnergies. “L’ingresso di Merceds Benz in…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 73,47 dollari al barile e Brent a 77,5 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 73,47 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 77,5 dollari.…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia