E Romano Prodi diede del “latitante” a Giulio Tremonti | T-Mag | il magazine di Tecnè

E Romano Prodi diede del “latitante” a Giulio Tremonti

Un governo tecnico “farebbe molto bene se fosse sostenuto da tutti e in Italia abbiamo persone di altissimo livello, Mario Monti e altri. Draghi ci aiuterà moltissimo a Francoforte”. A dirlo, intervistato da Radio 24, è stato l’ex premier Romano Prodi il quale si è lasciato andare ad una disamina della crisi economica che si è abbattutata sull’Europa e in particolare sull’Italia. I mercati rispondo negativamente a Berlusconi e ora è necessario “fare dei decreti legge urgenti che il Parlamento approvi”. Però, appunto, l’auspicio di Prodi è che sia un esecutivo guidato da un tecnico ad occuparsene. Ovviamente che sia sostenuto dai partiti.
Sul ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, Prodi non ha avuto parole gratificanti. Anzi. “Tremonti è latitante, in tre mesi ha rovinato la sua credibilità. In una situazione così drammatica Tremonti deve intervenire subito e negli ultimi tre giorni è in giro per convegni. È anche brillante ma non si rende conto dell’urgenza e ha rovinato tutto. Aveva iniziato male poi si si era accreditato per la sua serietà internazionale e acquisito una certa fiducia e negli ultimi tre mesi è latitante, non è mai a Roma ed è in giro per convegni”.
Infine, ha aggiunto Prodi, “Merkel e Sarkozy sono stati diabolici rendendo l’Europa comunitaria un’Europa intergovernativa, prendendosi il prevertice. Pazzesca abitudine, il prevertice, prevertice per modo di dire dove lei detta le regole e lui fa la conferenza stampa. Sarkozy vuole la blindatura perché le sue banche sono peggio delle nostre in quanto hanno titoli pubblici e cartacce, quelle che hanno creato la crisi. Le banche italiane non hanno titoli tossici”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, von der Leyen: «Adattare immediatamente i vaccini alle nuove varianti»

«I contratti dell’Unione europea con i produttori affermano che i vaccini devono essere adattati immediatamente alle nuove varianti man mano che emergono». Così la presidente…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Zelensky: «Pronti a escalation con Mosca»

Rischio di golpe tra l’1 e il 2 dicembre. E sullo sfondo uno scenario di guerra con la Russia. Questa è la sintesi delle dichiarazioni…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue elimina l’obbligo di autorizzazione all’export per i vaccini

“Dal primo gennaio 2022 i produttori di vaccini non saranno piu’ obbligati a chiedere l’autorizzazione per esportare i loro prodotti al di fuori dell’Ue”. Lo ha reso noto…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in Portogallo a gennaio una settimana di contenimento

Stretta in Portogallo per contenere l’avanzata del coronavirus. Infatti, il governo ha stabilito una settimana di contenimento, dal 2 al 9 gennaio, durante la quale…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia