In Italia c’è chi evade le tasse e chi si inventa le malattie | T-Mag | il magazine di Tecnè

In Italia c’è chi evade le tasse e chi si inventa le malattie

Nel 2010 due coniugi hanno dichiarato sei euro. Cinque euro lei, un euro lui. Ma la coppia veronese è tutt’altro che povera. Infatti, la loro attività di commercianti di bovini rendeva e anche parecchio se si pensa che marito e moglie avevano depositato all’estero circa 200 mln di euro. Ma la decisione di vendere un terreno, ha permesso alla GdF di scoprire i due evasori, che ora dovranno rispondere tra imposte non versate e sanzioni per circa 60mln di euro. Tuttavia tra i “furbetti” non c’è solo chi lavora, ma evade le tasse, c’è anche chi non lavora, o meglio, tra malattie inventate e finte maternità, ha lavorato solo sei giorni in nove anni. Infatti, è notizia di ieri la scoperta fatta dai Carabinieri del Nas di Bologna, che hanno messo agli arresti domiciliari una dipendente dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant’Orsola Malpighi di Bologna che ha, appunto, timbrato il cartellino sei volte in nove anni. La donna è ora indagata per truffa aggravata ai danni di Enti Pubblici e falso ideologico in documentazione pubblica.

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia