Turchia. Erdogan si scusa per la strage dei curdi degli anni trenta | T-Mag | il magazine di Tecnè

Turchia. Erdogan si scusa per la strage dei curdi degli anni trenta

E’ un fatto storico, non fosse altro che si tratta della prima volta. Il primo ministro della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, ha chiesto ufficialmente scusa per la strage di migliaia di curdi avvenuta alla fine degli anni trenta.
“Se è necessario pronunciare delle scuse a nome dello Stato, allora mi scuserò, anzi mi sto scusando”, ha affermato Erdogan parlando ai membri dell’Akp, il suo partito, in un discorso in diretta televisiva. “Dersim – ha quindi aggiunto il premier turco – è uno dei più tragici eventi della nostra storia recente. E’ un disastro sul quale è necessario che si faccia luce”.
Nella città di Dersim, oggi Tunceli, i raid aerei (ma anche le operazioni di terra) dell’esercito turco provocarono la morte di 13.800 persone fra il 1936 e il 1939.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Draghi: «Possiamo guardare al futuro con prudente ottimismo e fiducia»

«Si può guardare al futuro con prudente ottimismo e fiducia». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo nel corso di una conferenza stampa, al…

16 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, sparatoria a Indianapoli: otto i morti

Sono almeno otto le vittime e quattro i feriti della sparatoria  in un deposito della FedEx vicino all’aeroporto internazionale di Indianapolis (Indiana). L’autore della strage,…

16 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Merkel: “Situazione molto seria”

Purtroppo dobbiamo dire di nuovo: la situazione è seria e cioè molto seria. La terza ondata della pandemia la fa da padrone. Lo ha detto…

16 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giovannini: “50miliardi per trasporti e infrastrutture: la metà saranno spesi per il Sud”

Nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza ai trasporti e alle infrastrutture sono destinati 50 miliardi , di cui la metà al Sud. Lo…

16 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia