Migranti, primo sì Ue al permesso unico di residenza e lavoro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Migranti, primo sì Ue al permesso unico di residenza e lavoro

La commissione Libertà civili del Parlamento europeo ha approvato con 29 sì, tre no e 12 astenuti la direttiva sul permesso unico di residenza e lavoro per gli immigrati regolari.
La direttiva, in sostanza, garantisce diritti comparabili su trattamento salariale e accesso alla previdenza sociale tra lavoratori migranti ed europei ed è volta a semplificare le pratiche burocratiche (sarebbe prevista una sola domanda che inclusa sia il permesso di soggiorno che quello di lavoro).
La direttiva non si applica ai rifugiati, a chi fa richiesta di asilo, ai lavoratori di una compagnia non europea trasferita nell’Unione europea. Sono inoltre esclusi i lavoratori stagionali e i marittimi imbarcati su navi battenti bandiera di un paese Ue.
Ora la direttiva andrà all’esame della plenaria di Strasburgo tra il 12 ed il 15 dicembre.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, la Francia anticipa il coprifuoco alle 18

Il virus continua a costringere i governi ad adottare misure più stringenti per contenere la pandemia: dopo la Cina, che ha imposto il lockdown in…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Paesi Bassi: si è dimesso il governo guidato da Rutte

Il governo olandese si è dimesso. Lo ha annunciato il premier Mark Rutte, in carica dal 2010. Fatale uno scandalo che ha coinvolto circa 20mila…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, misure più dure per entrare in Belgio dai Paesi extra Ue

Il Belgio, a causa del protrarsi della pandemia, ha inasprito le regole per l’ingresso dai Paesi extra Ue, incluso il Regno Uniti.  In concreto, ai…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Berlino: «Prendere molto sul serio la mutazione del virus»

«Il governo osserva con grande attenzione gli effetti della mutazione del Covid, che si è diffusa in Gran Bretagna e Irlanda, e anche i Laender…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia