Firenze: un uomo uccide due venditori ambulanti senegalesi, poi si spara | T-Mag | il magazine di Tecnè

Firenze: un uomo uccide due venditori ambulanti senegalesi, poi si spara

Terrore a Firenze. Nel pomeriggio di oggi, tre venditori ambulanti sono rimasti uccisi nel corso di due sparatorie avvenute in piazza Dalmazia e in piazza San Lorenzo. Altre due persone, invece, sono rimaste ferite, una delle due versa in gravi condizioni all’ospedale di Careggi, anche se non è in pericolo di vita. Si chiama Gianluca Casseri e ha 50 anni, il folle che con la sua 357 Magnum ha seminato il panico nel capoluogo toscano. Casseri, dopo aver sparato, si era nascosto in un parcheggio sotterraneo e, una volta arrivata la polizia, si è sparato. L’uomo è morto dopo pochi minuti per le gravissime ferite riportate.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Fauci: «La mancanza di sincerità e di fatti è costata vite umane»

«La mancanza di sincerità e di fatti sul fronte della pandemia è costata molto probabilmente vite umane». Lo ha detto il virologo statunitense, Anthony Fauci,…

22 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Recovery Fund, Conte: «Ha una valenza trasformativa per il Paese»

«Questo piano ha una valenza trasformativa per il Paese». Lo avrebbe detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al termine dell’incontro con i sindacati sul…

22 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Lavoro, Bankitalia: «Nel 2020 è cresciuta notevolmente la quota di imprese che usano lo smart working»

Nel 2020, complici le misure restrittive introdotte a causa dell’emergenza sanitaria, la quota delle imprese che hanno fatto ricorso allo smart working è cresciuta in…

22 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, l’indice Rt è sceso a 0,97 dopo cinque settimane in aumento

Nel periodo compreso tra il 30 dicembre 2020 e il 12 gennaio 2021, l’indice di trasmissibilità Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,97 (range 0,85-1,11),…

22 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia