Ferrovie, il Codacons denuncia: “Aumenti occulti delle tariffe del 9,9%” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ferrovie, il Codacons denuncia: “Aumenti occulti delle tariffe del 9,9%”

“Nessuno se ne è accorto, ma le tariffe dei treni Frecciarossa sono aumentate in modo occulto del 9,9%”. Lo denuncia il Codacons, che sul rincaro ‘mascherato’ ha presentato un esposto-diffida a Trenitalia e al Ministero dell’economia. “Come noto – continua Codacons – nei giorni scorsi le Ferrovie dello Stato hanno presentato la nuova flotta di Frecciarossa, all’interno dei quali scompaiono le famose ‘classi’ per far posto a quattro differenti livelli di servizio: Executive, otto posti; Business, 159 posti; Premium, 134 posti e Standard, 272 posti, i cui biglietti hanno ovviamente un prezzo diversificato. Stando al sito di Trenitalia, la vecchia flotta di Frecciarossa disponeva invece di 603 posti per treno: Prima Classe, 195 posti e Seconda Classe, 408 posti. Considerando che il livello ‘standard’ corrisponde alla classica ‘seconda classe’- sottolinea Codacons – i posti per tale categoria di viaggio sui nuovi Frecciarossa sono diminuiti del 33%, passando da 408 a 272. Con la conseguenza che il passeggero che deve prendere un treno e trova i posti di livello standard esauriti, è costretto ad acquistare biglietti della classe superiore (la premium o la business), e pagare una tariffa maggiore. Prendendo infatti ad esempio la tratta Roma-Milano, il confronto tra le vecchie prima e seconda classe e i nuovi quattro livelli è il seguente: Standard, 86 euro; Premium, fino a 100 euro; Businness, fino a 116 euro; Executive, 200 euro; mentre per la Prima Classe, 116 euro e per la Seconda 91 euro. E’ evidente, quindi, che chi non troverà posto sulla standard – ipotesi assai probabile visto il ridotto numero di poltrone – dovrà acquistare un biglietto per il livello premium, rischiando di spendere fino a 9 euro in più (+9,9%), con picchi del +27,4% qualora si passi ad un posto in business”. Il presidente di Codacons, Carlo Rienzi ha detto: “Riteniamo questo un aumento occulto delle tariffe ferroviarie, perché se si riducono i posti in classe economica per ogni treno, si costringono gli utenti a viaggiare in classi o livelli superiori, con conseguente rincaro di spesa. Per tale motivo abbiamo presentato un esposto-diffida al Ministero dell’Economia, a Ferrovie e a Trenitalia, diffidandoli dal non applicare ingiustificati aumenti tariffari a danno degli utenti”. L’associazione ha annunciato infine un ricorso all’Antitrust e al Tar del Lazio finalizzati a bloccare i rincari occulti decisi dalle FS.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, oltre 24milioni di casi negli Usa

Sono oltre 24 milioni i casi registrati da inizio pandemia negli Stati Uniti, dove si contano anche 400mila vittime.…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, 118 nuovi casi in Cina

Sono 118 i nuovi casi di coronavirus registrati in Cina, i cui 106 trasmessi localmente e 12 importati.…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, con coprifuoco alle 18 casi diminuiti del 16%

Le misure restrittive adottate in Francia e il coprifuoco anticipato alle 18 cominciano a dare effetti positivi sulla pandemia. Infatti, il numero di contagi è…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Messico: «Biden riveda riforme sull’immigrazione»

«Il nuovo presidente americano deve rivedere sulle riforme politiche di immigrazione del Paese. Lo ha detto il presidente messicano, Andres Manuel Lopez Obrador, mentre migliaia…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia