Regina Coeli, i Radicali: “Disperate le condizioni dei detenuti” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Regina Coeli, i Radicali: “Disperate le condizioni dei detenuti”

Marco Pannella, dopo la visita del 25 dicembre alla casa circondariale di Roma, Regina Coeli, rivolgendosi a Giorgio Napolitano ha dichiarato: “Altro che democrazia e Stato di diritto. In Italia non c’è democrazia, ma criminalità di Stato. Quella in atto è una flagrante opera di carattere tecnicamente criminale”. Anche Rita Bernardini ha denunciato le condizioni dei detenuti del carcere romano: “A Regina Coeli ci sono più di 1200 detenuti, ma la struttura potrebbe contenerne solo 600. Abbiamo visto celle fatiscenti e sporche di 7 metri quadrati con 3 detenuti e celle doppie, di 14 metri quadrati, con dentro stipati 6 detenuti. I lavandini perdono, due docce su tre non funzionano e l’acqua calda non arriva. Non ci sono riscaldamenti e in alcune celle mancano addirittura i vetri alle finestre. Ai detenuti non vengono forniti, oltre alla carta igienica, i detersivi per pulire la cella e i prezzi dello spaccio interno sono altissimi”.

 

Scrivi una replica

News

Biden all’Onu: «Rimanere vigili sulla minaccia del terrorismo»

«Dobbiamo anche rimanere vigili sulla minaccia del terrore, che il terrorismo pone a tutte le nostre nazioni, che provenga da regioni lontane del mondo o…

21 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Pnnr, Draghi: «Determinati a prevenire qualsiasi tentativo di frodi e infiltrazioni criminale»

«L’arrivo dei fondi del Next generation Eu è una grande sfida per tutti i Paesi europei e in particolare per l’Italia». Lo ha scritto il…

21 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Biden all’Onu: «Decennio decisivo per il nostro mondo»

«È un decennio decisivo per il nostro mondo». Così il presidente degli Stati Uniti Joe Biden nel suo primo discorso all’Assemblea generale delle Nazioni Unite.…

21 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corte europea dei diritti umani: «Mosca responsabile della morte dell’ex spia Alexander Litvinenko»

La Russia è responsabile dell’assassinio dell’ex agente del Kgb, Alexander Litvinenko, ucciso tramite polonio a Londra nel 2006. Lo sostiene la Corte europea dei diritti…

21 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia