L’economia verde può ridurre gli squilibri | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’economia verde può ridurre gli squilibri

Milano, Bologna, Modena, Bolzano e Parma sono le prime cinque province per competitività dei territori. L’indice misura la competitività sulla base di variabili economiche e sociali legate alla qualità dello sviluppo (leggi l’articolo di Carlo Buttaroni, presidente Tecnè Italia, per l’Unità del 6 febbraio) sulle teorie del premio Nobel per l’Economia, Amartya Sen. Il riferimento metodologico è lo Sviluppo Umano dell’UNDP – United Nations Development Program (i dati si riferiscono al rapporto 2011).
Per il calcolo degli indici competitivi sono prese in considerazione 18 macro-variabili tra le quali la qualità della vita, il giudizio sui servizi pubblici, il clima di fiducia, la governance ed il livello di “incisività” delle policy nei processi di governo, la dotazione e l’accessibilità alle risorse, le opportunità in termini di percorsi di crescita.
La percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani è aumentata in Italia dal 2000 al 2009 dal 14,2% al 30,4% (nel Nord-Est è arrivata a toccare quota 44,5%). Quella idroelettrica è la maggiore produzione lorda di energia elettrica da fonte rinnovabile. La densità di verde urbano, infine, si concentra maggiormente nel Centro Italia.
Di seguito il quadro completo dell’indagine secondo le rielaborazioni dell’istituto di ricerca Tecnè.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus: a livello mondiale, i contagi hanno superato i 242,6 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 242.648.151. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mercato auto, Acea: «Nel terzo trimestre, le auto ibride hanno superato il diesel per la prima volta»

Nel terzo trimestre del 2021, nell’Unione europea, le immatricolazioni di autovetture ibride elettriche (Hev) hanno rappresentato il 20,7% del mercato complessivo. Lo ha reso noto…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, Draghi: «Sulla Polonia, non ci sono alternative: le regole sono chiare»

Sulla Polonia «non ci sono alternative: le regole sono chiare». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo nel corso della conferenza stampa…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Energia, Draghi: «Dobbiamo proteggere tutti i Paesi dell’Ue in egual misura»

Sull’energia «siamo stati espliciti con la necessità di preparare subito uno stoccaggio integrato con le scorte strategiche. Dobbiamo proteggere tutti i Paesi dell’Unione europea in egual…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia