Gioco d’azzardo, AGICOS: Nel 2011 il fatturato globale è cresciuto del 5,6% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Gioco d’azzardo, AGICOS: Nel 2011 il fatturato globale è cresciuto del 5,6%

Secondo quanto riportato da un comunicato stampa di Agicos (Agenzia Giornalistica Giochi e Scommesse) “il fatturato globale del gioco d’azzardo ha toccato il record di 419 miliardi di dollari nel 2011, con una crescita del 5,6% rispetto ai 397 miliardi del 2010. Una crescita guidata soprattutto dalla forte crescita del mercato in Asia, secondo la Global Betting & Gaming Consultants (GBGC), che prevede saranno raggiunti incassi per 448 miliardi quest’anno. Le percentuali di crescita più rilevanti a Macao, Singapore e Cambogia: i mercati emergenti infatti si sono mostrati più resistenti dei paesi sviluppati alla crisi economica globale. “È un fenomeno strettamente legato alla situazione economica globale” ha spiegato Lorian Pilling, direttore della GBGC, puntualizzando però che “nel 2009, al culmine della crisi, il gioco d’azzardo è stato colpito come qualsiasi altro settore”.
Secondo la GBGC, i casinò terrestri sorpasseranno le lotterie come principale voce di entrata quest’anno, merito soprattutto delle prossime aperture di case da gioco nelle Filippine previste nella prima metà del 2012. Quest’anno, le lotterie hanno di poco preceduto le case da gioco, attestandosi però entrambi intorno al 28% del totale.”Le lotterie generalmente raccolgono bene nei periodi di recessione, ma c’è comunque bisogno di una soluzione della crisi in Europa, perché l’incertezza sta colpendo il mercato” ha detto Pilling.
La crescita di Macao resta ancora a quella dell’economia cinese, che negli ultimi tre mesi del 2011 ha fatto segnare una crescita del prodotto interno lordo dell’8,9%, ma in questo trimestre si prevede un rallentamento al 7,5%.”In calo del 14% gli incassi degli apparecchi da intrattenimento fuori dai casinò nel nord America, mentre le lotterie hanno fatto segnare un +2%” ha proseguito Pilling. “In Europa la raccolta è invece cresciuta del 5,5% recuperando in gran parte il calo del 6% segnato nel 2010”. “Una forte ripresa negli Stati Uniti avrebbe certamente incrementato i ricavi duramente colpiti negli ultimi anni” ha detto Pilling.
“Il nord America continuerà a recuperare. Restiamo abbastanza cauti in Europa: la crescita si è attestata al 3,5 % in tutte le categorie di gioco proprio a causa dell’incertezza nella zona euro”. Ma il fatturato globale del gioco d’azzardo continuerà a crescere nei prossimi anni fino a raggiungere la soglia dei 500 miliardi di dollari entro il 2014, considerando che nei prossimi anni è prevista l’apertura di altre case da gioco in tutta l’Asia e che i resort di Singapore sono ancora solo al secondo anno di piena operatività”.

 

Scrivi una replica

News

Istat: «A settembre migliora il clima di fiducia di consumatori e imprese»

«A settembre 2020 migliorano sia il clima di fiducia dei consumatori (da 101,0 a 103,4) sia quello delle imprese (l’indice composito sale da 81,4 a…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo i contagi registrati hanno raggiunto i 32,2 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 32.255.574 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, il carnevale di Rio de Janeiro è stato rinviato a tempo indeterminato

L’edizione 2021 del carnevale di Rio de Janeiro è stata rinviata, a causa della pandemia. Previsto per febbraio, l’evento è stato rinviato a tempo indeterminato. «L’evento…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, l’Oms: «L’Italia ha reagito con forza, ribaltando la traiettoria dell’epidemia»

«L’Italia è stato il primo Paese occidentale ad essere stato pesantemente colpito dal Covid-19». Lo ha ricordato l’OMS, l’Organizzazione mondiale della Sanità, elogiando, in un…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia