Immigrazione, la Corte Suprema di Strasburgo condanna l’Italia per violazione dei diritti umani | T-Mag | il magazine di Tecnè

Immigrazione, la Corte Suprema di Strasburgo condanna l’Italia per violazione dei diritti umani

La Corte Suprema per la tutela dei diritti umani ha condannato l’Italia per non aver rispettato l’articolo 3 della Convenzione sui diritti umani, quello riguardante i trattamenti degradanti e la tortura. Al centro dell’accusa ci sarebbe un fatto del 2009, quando un’imbarcazione con a bordo persone di nazionalità somala ed eritrea, diretta a Lampedusa, è stata intercettata dalla Marina italiana e riaccompagnata nel porto di tripoli. La condanna emessa dalla Corte prevede un risarcimento di 15mila euro più le spese a 22 delle 24 vittime.

 

Scrivi una replica

News

Calcio, Ibrahimovic è risultato positivo al coronavirus

Zlatan Ibrahimovic, calciatore del Milan, è risultato positivo al coronavirus. Lo ha reso noto la società rossonera, aggiungendo che il giocatore si trova adesso in…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Mattarella a Johnson: «Anche noi italiani amiamo la libertà, ma abbiamo a cuore anche la serietà»

«Anche noi italiani amiamo la libertà, ma abbiamo a cuore anche la serietà». Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Sassari, a margine della…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo quasi 32 milioni di persone contagiate

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 31.896.433 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ue: «In alcuni Paesi membri la situazione è peggiore rispetto al picco di marzo»

In alcuni Paesi membri dell’Unione europea «la situazione Covid è anche peggiore del picco di marzo». Lo ha detto la commissaria europea alla Salute, Stella…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia