Solo un italiano su cento è laureato in scienze informatiche | T-Mag | il magazine di Tecnè

Solo un italiano su cento è laureato in scienze informatiche

di Matteo Buttaroni

Nel corso del 2009, solo un italiano su cento si è laureato in discipline inerenti al mondo informatico. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto di Eurostat.
Solo l’1,3% degli italiani ha infatti conseguito questo tipo di titolo di studio, peggio di noi solo gli abitanti della Romania (0,9%).
Rimane comunque bassa la media Europea che si attesta al 3,4%, registrando un forte calo rispetto alla precedente ricerca, nel 2005 infatti i laureati in scienze informatiche erano il 4% degli abitanti Ue.
La media europea degli adulti di età compresa tra i 16 ed i 74 anni che sanno usare le funzioni basilari dei computer come spostare cartelle, copiare tagliare ed incollare file o anche semplicemente giocare, è del 63%. Mentre il 43% della stessa fascia di età sa utilizzare basilari formule aritmetiche sui fogli di calcolo in stile excel. Il 31% usa o sa creare presentazioni virtuali in stile Power Point, mentre il 10% sa scrivere programmi e giochi.
Il 54% degli italiani di età compresa tra i 16 ed i 74 anni sa usare a mala pena il computer, sa quindi solo spostare cartelle o copiare file, il 35% usa i fogli di calcolo e le relative formule aritmetiche di base, il 23% crea o usa presentazioni virtuali e il 9% sa scrivere programmi e giochi.
Le popolazione europea che almeno una volta ha utilizzato il computer è il 78% della totale, sempre riugrdante la fascia di età 16/74, per quanto riguarda l’Italia: solo il 61%.
Nel rapporto è stata presa in considerazione anche una fascia di età più limitata, quella che va dai 16 ai 24 anni.
Qui la media si alza abbastanza infatti, per quanto concerne l’Europa, l’89% della popolazione sposta, copia o taglia e incolla file e cartelle (85% in Italia), il 67% usa basilari formule aritmetiche sui fogli di calcolo (61% in Italia), il 59% crea presentazioni virtuali o elettroniche (50% in Italia), mentre il 20% è in grado di scrivere programmi (18% in Italia).
Per quanto riguarda chi ha o non ha mai usato il computer risulta che il 78% degli europei di età compresa tra i 16 ed i 74 anni ha usato almeno una volta il computer, 61% in Italia.
Per la fascia di età che va dai 16 ai 24 anni risulta invece che il 96% degli europei ha usato almeno una volta il computer, per quanto riguarda l’Italia la media scende del 6%.

 

Scrivi una replica

News

Von der Leyen: «Russia deve pagare per i crimini di guerra»

«La Russia deve pagare per i suoi crimini orribili. Collaboreremo con la Corte penale internazionale e contribuiremo alla creazione di un tribunale specializzato per giudicare…

30 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Clima, accordo Ue: dal 2026 emissioni navi pacchetto Ets

I rappresentanti delle istituzioni Ue hanno raggiunto l’intesa per includere le emissioni del settore marittimo nel mercato Ue della CO2 (Ets). «Si tratta di un…

30 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Pensioni, Inarcassa: «Nel 2023 previsto avanzo da 646 milioni»

«Le previsioni del Budget 2023, approvato dal Comitato nazionale dei delegati di Inarcassa, la Cassa previdenziale degli architetti e degli ingegneri, stimano per il prossimo…

30 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inail: «Nei primi dieci mesi del 2022 909 denunce di morti sul lavoro: in calo del 10,6%»

Le denunce di infortunio sul lavoro presentate tra gennaio e ottobre sono state 595.569 (+32,9% rispetto allo stesso periodo del 2021), 909 delle quali con…

30 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia