La settimana sui media (in pillole) | T-Mag | il magazine di Tecnè

La settimana sui media (in pillole)

Per un giornale come il nostro, a carattere socio-economico, scrivere di crisi economica, sviscerare numeri, dati, ricerche e rapporti è pane quotidiano. Per gli altri media generalisti, che noia talvolta. Però i colpi di scena non mancano, cose di cui sparlare capitano per grazia divina anche nell’epoca dei professori al governo. E quale migliore occasione se non un lungo viaggio come quello intrapreso dal premier Mario Monti la scorsa settimana? Monti parla in India, poi in Giappone e di nuovo in Cina. Frasi carpite alla bisogna, ottime per un titolo fuorviante o comunque pretestuoso. Dopodiché arriva una smentita, ma sarebbe meglio dire una precisazione, del diretto interessato che trova il tempo (o chi per lui) di scrivere una lettera al Corriere della Sera. Tutto chiarito, clima rasserenato, governo e partiti vanno d’amore e d’accordo e così sarà anche durante il dibattito sulla riforma del mercato del lavoro.
Sempre Monti, ci raccontano, viene citato da Barack Obama durante il discorso conclusivo del summit sulla sicurezza nucleare che si è tenuto a New Delhi. Il Fatto quotidiano scopre che non è vero perché, come insegnano i grandi maestri del giornalismo d’inchiesta, basta andare a spulciare il testo integrale sul sito della Casa Bianca per scoprire che il premier italiano non viene mai menzionato dal presidente degli Stati Uniti. Certo, ribatterà in seguito qualcuno, una parte del discorso di Obama era a braccio e dunque non riscontrabile su alcun documento ufficiale. Obama cita dunque Monti secondo la sequenza sì-no-forse. E qui siamo rimasti.
Per fortuna, ci sono i politici. In settimana Massimo Calearo dà il meglio di sé, intervistato dalla Zanzara di Radio 24. Questo il Calearo-pensiero: “Fino a novembre mi sono divertito a fare il consulente di Berlusconi sul commercio estero, ora non servo più. È usurante andare alla Camera solo a premere un pulsante”. “Due gay che si baciano? Mi fa schifo, lo facciano a casa loro. Mi giro dall’altra parte. Io sono normale e mi piacciono le donne”. Venerdì arrivano le prime smentite, domenica la rettifica sul Fatto: “Le mie assenze alla Camera sono cominciate alla vigilia di Natale. In quei giorni mia moglie si è ammalata seriamente. Ho scelto di rimanerle vicino. E’ morta il 19 marzo scorso”. E in aggiunta Calearo annuncia le dimissioni da parlamentare, anche se ormai la frittata è fatta. “Il popolo della Rete si indigna”, c’è chi se la prende con Veltroni ché in Parlamento ce l’ha messo lui e i giornali, contenti, hanno di che riempire le pagine. Copiando e incollando da Twitter.
Finisce un’era. Emilio Fede lascia il Tg4. Lo ha deciso Mediaset. No, è lui che ha firmato le dimissioni. Il guaio è che insieme a Fede se ne vanno pure le “meteorine”. E c’è Fiorello che non “twitta” più. Anzi, ha proprio disattivato l’account. Misteri della vita.

F. G.

 

Scrivi una replica

News

Quirinale: il centrodestra propone Marcello Pera, Letizia Moratti e Carlo Nordio

L’ex presidente del Senato Marcello Pera, la vicepresidente della Regione Lombardia Letizia Moratti e l’ex giudice Carlo Nordio sono i tre candidati alla presidenza della…

25 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti: scende ancora il gradimento per Biden

Il presidente americano Joe Biden scende ancora nei sondaggi. Secondo l’ultima rilevazione di Harvard/Harris Poll, infatti, il tasso di approvazione è al 39%, mentre il…

25 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, Johnson pronto a collaborare su “partygate”

Il premier britannico Boris Johnson ritiene «interamente giusta» la decisione di Scotland Yard di aprire un’indagine preliminare sul caso ribattezzato “partygate” in riferimento ai ritrovi…

25 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, UE a Mosca: «Sanzioni massicce in caso di aggressione»

«Se si imbarca in future violazioni della sovranità territoriale ucraina o in aggressioni reagiremo in maniera molto forte, ci saranno conseguenze politiche forti e saranno…

25 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia