Quanti giovani hanno perso il lavoro negli ultimi anni | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quanti giovani hanno perso il lavoro negli ultimi anni

Nel 2008 gli occupati tra i 15 e i 34 anni erano sette milioni e 110. A distanza di tre anni, nel 2011, la quota è scesa di oltre un milione di persone arrivando così a sei milioni e 56 mila unità. Nell’arco di tempo preso in considerazione, in termini percentuali, il numero degli occupati in quella fascia di età è calato del 14,8%.
I dati dell’Istat confrontati sulla media dell’anno scorso evidenziano una volta di più la crisi occupazionale che sta caratterizzando l’attuale fase congiunturale che stiamo attraversando. E a risentirne maggiormente, viene in sostanza ribadito, sono i giovani under 35. In un solo anno, tra il 2010 e il 2011, sempre nella fascia di età compresa tra i 15 e i 34, la riduzione dei posti di lavoro è stata di 233 mila unità. Se poi si considera l’andamento occupazionale tra i 15-24enni, tra il 2011 e il 2008 è stata rilevata una diminuzione pari al 20,5%, vale a dire 303 mila unità in meno. A questo si aggiunga che, nel suo insieme, la disoccupazione giovanile a febbraio ha raggiunto livelli record attestandosi al 31,9%.
Va senz’altro meglio agli adulti. Gli occupati nella classe di età tra i 55 e i 64 anni sono infatti aumentati del 15% nell’arco di tre anni, dal 2008 al 2011. Nel dettaglio, gli occupati più adulti (55-64 anni) sono saliti di 376 mila unità, passando da due milioni e 466 mila del 2008 a due milioni e 842 mila del 2011.

 

Scrivi una replica

News

Abi: “Aumentano a dicembre i prestiti a imprese e famiglie: +2,5% su base annua”

Secondo il report mensile accelerano, a dicembre 2021, i prestiti bancari a imprese e famiglie. Saliti del 2,5% rispetto a un anno fa mentre a…

18 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Italia guarda con immutata fiducia a ruolo centrale del Parlamento europeo»

«L’Italia guarda con immutata fiducia al ruolo centrale, insostituibile, che l’Assemblea di Strasburgo svolge nel processo di integrazione continentale». Così il presidente della Repubblica, Sergio…

18 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Pil, Ue: “Ci sono condizioni per un graduale ritiro sostegno. La crescita continuerà nel 2022 e 2023”

“Anche se i fattori negativi di incertezza per l’economia legati ai contagi, alle strozzature nelle catene di approvvigionamento e all’aumento dell’inflazione durano più del previsto,…

18 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio: “Congratulazioni a Metsola”

“Vivissime congratulazioni a Roberta Metsola, nuova Presidente del Parlamento europeo La sua guida e la sua determinazione saranno cruciali per rispondere al meglio ai bisogni…

18 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia