Siria, Iran: “Damasco cambi qualcosa, ma Assad deve restare” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Siria, Iran: “Damasco cambi qualcosa, ma Assad deve restare”

“Bisogna dare al governo siriano l’opportunità di compiere cambiamenti sotto la leadership di Bashar al Assad”. Lo sostiene il ministro degli Esteri iraniano, Ali Akbar Salehi. Queste parole sono state pronunciate dall’esponente del governo di Teheran durante una conferenza stampa congiunta con l’inviato speciale per la Siria delle Nazioni Unite e della Lega Araba, Kofi Annan.
L’Iran, ha spiegato Salehi, appoggierà il piano delle Nazioni Unite solo se non si chiederà la rimozione di Bashar al Assad, perché “ci opponiamo – ha ribadito il ministro iraniano – all’interferenza negli affari di tutti i Paesi inclusa la Siria”.

 

Scrivi una replica

News

Abi: “Aumentano a dicembre i prestiti a imprese e famiglie: +2,5% su base annua”

Secondo il report mensile accelerano, a dicembre 2021, i prestiti bancari a imprese e famiglie. Saliti del 2,5% rispetto a un anno fa mentre a…

18 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Italia guarda con immutata fiducia a ruolo centrale del Parlamento europeo»

«L’Italia guarda con immutata fiducia al ruolo centrale, insostituibile, che l’Assemblea di Strasburgo svolge nel processo di integrazione continentale». Così il presidente della Repubblica, Sergio…

18 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Pil, Ue: “Ci sono condizioni per un graduale ritiro sostegno. La crescita continuerà nel 2022 e 2023”

“Anche se i fattori negativi di incertezza per l’economia legati ai contagi, alle strozzature nelle catene di approvvigionamento e all’aumento dell’inflazione durano più del previsto,…

18 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio: “Congratulazioni a Metsola”

“Vivissime congratulazioni a Roberta Metsola, nuova Presidente del Parlamento europeo La sua guida e la sua determinazione saranno cruciali per rispondere al meglio ai bisogni…

18 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia