Argentina, l’ammissione di Videla: “Dovevano morire sette-otto mila persone” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Argentina, l’ammissione di Videla: “Dovevano morire sette-otto mila persone”

“Per vincere la guerra contro la sovversione dovevano morire sette-otto mila persone”. E’ l’ammissione di Jorge Videla, dittatore argentino al governo dal 1976 al 1981, riguardo l’uccisione di migliaia di persone la sparizione dei loro corpi al fine di evitare proteste nel Paese.
E’ stato il quotidiano La Nacion ad anticipare alcuni passi di una intervista raccolta in carcere dal giornalista Ceferino Reato per la realizzazione del libro Disposicion Final.

 

Scrivi una replica

News

Istat:”A novembre produzione nelle costruzioni +1,0% su base mensile e +13,2% su base annua”

“A novembre 2021 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti dell’1,0% rispetto a ottobre. Nella media del trimestre settembre-novembre 2021 la produzione nelle…

20 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Von der Leyen: “Pandemia ha dimostrato forza delle democrazie”

“La domanda è: le nostre democrazia sono abbastanza forti e veloci per affrontare l’incredibile sfida del Covid-19? Possono mettere agire? Io non ho dubbio. La pandemia non solo…

20 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Austria vota per obbligo vaccinale per adulti. Primo Paese in Ue

L’Austria è il primo Paese Ue a votare in Parlamento l’obbligo vaccinale anti-Covid per gli adulti. Con molta probabilità la misura passerà dato che anche…

20 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ministro salute Germania: “A febbraio rischiamo centinaia di migliaia di casi”

In Germania si rischiano centinaia di migliaia di nuovi casi di infezione al giorno entro metà febbraio. A lanciare l’allarme è stato il ministro della…

20 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia