Crisi economica, Def: “Grazie alle manovre pareggio in bilancio entro il 2013” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Crisi economica, Def: “Grazie alle manovre pareggio in bilancio entro il 2013”

Secondo quanto chiesto dalla maggioranza di governo nel Documento di Economia e Finanza e riportato dall’Ansa, “La priorità dell’azione del Governo e del Parlamento non può essere, da questo momento in avanti, che la crescita dell’economia nazionale, da perseguire con assoluta determinazione sia a livello interno che dell’Ue”.
Inoltre, si legge ancora nel Def, “la ratifica del fiscal compact deve essere accompagnata dall’impegno per una politica di investimenti finalizzati allo sviluppo dell’impresa e dell’occupazione e il sostegno a questa politica può derivare dall’emissione di project bond e dagli eurobond e dagli stability bond”.
Secondo quanto riportato dall’Ansa a proposito del Def “le risorse della spending review e della lotta all’evasione devono essere destinate alla riduzione delle tasse sui redditi da lavoro e da impresa, ridefinendo così un nuovo patto tra fisco e contribuenti”.
“Le rilevanti difficoltà – continua il testo – incontrate dalle istituizioni europee per fornire risposte tempestive ed adeguate alla crisi economica e finanziaria confermano la necessità di compiere progressi decisivi sul piano dell’integrazione politica degli Stati europei, adottando un modello di tipo federalista.
La strategia Europa 2020 rimane una priorità strategica e bisogna individuare nuovi strumenti per la relativa implementazione, valutando, in particolare, la possibilità di utilizzare le risorse, eccedenti rispetto all’obiettivo del pareggio del bilancio”.
“Dal Programma di stabilità emerge come – riporta ancora l’Ansa -, nonostante il peggioramento della congiuntura registratosi negli ultimi due trimestri del 2011 e nei primi mesi del 2012, le manovre finanziarie adottate nella seconda parte dell’anno trascorso consentano di raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio in termini strutturali entro il 2013, senza dover ricorrere ad ulteriori interventi”.

 

Scrivi una replica

News

Istat:”A novembre produzione nelle costruzioni +1,0% su base mensile e +13,2% su base annua”

“A novembre 2021 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti dell’1,0% rispetto a ottobre. Nella media del trimestre settembre-novembre 2021 la produzione nelle…

20 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Von der Leyen: “Pandemia ha dimostrato forza delle democrazie”

“La domanda è: le nostre democrazia sono abbastanza forti e veloci per affrontare l’incredibile sfida del Covid-19? Possono mettere agire? Io non ho dubbio. La pandemia non solo…

20 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Austria vota per obbligo vaccinale per adulti. Primo Paese in Ue

L’Austria è il primo Paese Ue a votare in Parlamento l’obbligo vaccinale anti-Covid per gli adulti. Con molta probabilità la misura passerà dato che anche…

20 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ministro salute Germania: “A febbraio rischiamo centinaia di migliaia di casi”

In Germania si rischiano centinaia di migliaia di nuovi casi di infezione al giorno entro metà febbraio. A lanciare l’allarme è stato il ministro della…

20 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia