Spesa pubblica. Il governo invita i cittadini ad aiutare i tecnici ad individuare gli sprechi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Spesa pubblica. Il governo invita i cittadini ad aiutare i tecnici ad individuare gli sprechi

Il governo invita i cittadini ad esprimere, attraverso un form, la propria opinione su eventuali sprechi, così da aiutare i tecnici ad individuare i capitoli di spesa pubblica eliminabili.
“Con la spending review – si legge sul sito ufficiale – il Governo è intervenuto analizzando le voci di spesa delle pubbliche amministrazioni, per evitare inefficienze, eliminare sprechi e ottenere risorse da destinare allo sviluppo e alla crescita. La razionalizzazione e il contenimento dei costi sono infatti fondamentali per garantire, da un lato il raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica, dall’altro l’ammodernamento dello Stato e il rilancio il circuito economico.
Nel complesso, la spesa pubblica “rivedibile’’ nel medio periodo è pari a circa 295 miliardi di euro. A breve termine, la spesa rivedibile è notevolmente inferiore, stimabile in circa 80 miliardi. Nell’attuale situazione economica, il Governo ha ritenuto necessario un intervento volto alla riduzione della spesa pubblica per un importo complessivo di 4,2 miliardi, per l’anno 2012, al quale tutte le amministrazioni pubbliche devono concorrere. Questo importo potrebbe servire, per esempio, a evitare l’aumento di due punti dell’IVA previsto per gli ultimi tre mesi del 2012.
Una riduzione di 4,2 miliardi, da ottenersi in 7 mesi (1° giugno-31 dicembre 2012) equivale a 7,2 miliardi su base annua e corrisponde perciò al 9% della spesa rivedibile nel breve periodo (80 miliardi).
La riduzione, non lineare ma selettiva, sarà realizzata potenziando la linea di risparmio seguita dal Governo nei primi mesi di attività: ad esempio i risparmi (per oltre 20 milioni di euro) prodotti dalla Presidenza del Consiglio grazie alla diminuzione delle consulenze e ai tagli all’organico, la riduzione degli stipendi dei manager pubblici, i tagli sui voli di stato e sulle “auto blu”, la soppressione di enti, o la riforma delle province (in allegato al comunicato stampa la sintesi dei tagli effettuati).
Questa sezione ha lo scopo di illustrare la spending review, quanto è stato fatto finora e i progressi che si attendono per i prossimi mesi. Tutti i cittadini, attraverso il modulo “Esprimi la tua opinione”, hanno la possibilità di dare suggerimenti, segnalare uno spreco, aiutando i tecnici a completare il lavoro di analisi e ricerca delle spese futili”.

 

4 Commenti per “Spesa pubblica. Il governo invita i cittadini ad aiutare i tecnici ad individuare gli sprechi”

  1. Pino Castagnaro

    Mettere un tetto a tutte le pensioni ed un tetto alle liquidazioni.

  2. Vincent

    ASP – Sanità in Cosenza e non solo : fitti, consulenze, convenzioni con cooperative, istituire il centro unico per gare di appalto.

  3. Giorgio Grande

    Razionalizzazione SERIA del personale della P.A.

  4. Luigi Tuoto

    Corrispondere a tutti i politici ad ogni livello lo stesso stipendio di un collaboratore amministrativo –
    eliminare il finanziamento ai partiti
    Eliminare tutte le auto blu
    Eliminare tutti i vitalizi ai politici
    Eliminare tutti i max stipendi e tutte le liquidazioni che ne derivano a tutti i dirigenti pubblici
    versare i contributi ai politici al pari di ogni altro lavoratore e limitatamente al periodo che rimangono in carica

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 41,8 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 41.809.596. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre cento accademici hanno chiesto misure restrittive più drastiche al governo

Oltre cento scienziati e docenti universitari hanno scritto un appello al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e a quello del Consiglio, Giuseppe Conte. Nella lettera,…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Negli Stati Uniti, con il coronavirus persi 2,5 milioni di anni di potenziale vita umana»

Circa 2,5 milioni di anni di potenziale vita umana. A tanto ammonta il “costo” del coronavirus negli Stati Uniti. La stima è contenuta in uno…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito e Giappone firmano accordo commerciale

È stato siglato oggi il primo accordo commerciale post-Brexit per il Regno Unito. Si tratta dell’intesa con il Giappone (firma avvenuta a Tokyo, presente per…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia