Almeno in Italia il voto di protesta non finisce ai neonazisti | T-Mag | il magazine di Tecnè

Almeno in Italia il voto di protesta non finisce ai neonazisti

di Stefano Iannaccone

Beppe Grillo esulta più di tutti dopo i risultati delle Amministrative. E gli italiani possono sorridere: il voto di protesta, in confronto a tante altre realtà europee, non ingrossa il consenso di partiti estremisti posti al limite del rispetto dei principi democratici. Il Movimento 5 Stelle, infatti, non propone figure inquietanti con croci celtiche o annunci di violente rivoluzioni: l’unico “pericolo”proviene dalla volontà di cambiare radicalmente il sistema politico-economico con la sollecitazione di maggiore partecipazione. Un progetto più che legittimo e pienamente rispettoso della democrazia.

Vittoria. Al di là delle analisi partigiane, il Movimento 5 Stelle si è aggiudicato la Palma d’Oro della tornata del 6-7 maggio, ponendosi come una forza politica che trascende l’immagine banale e stereotipata di un’organizzazione dedita solo alla protesta anti-politica. Beppe Grillo è peraltro molto abile a gestire i mezzi di comunicazione: la strategia della polemica dai toni forti rientra in una precisa strategia di conquista di visibilità. Nei fatti, però, i rappresentanti del Movimento sono persone miti, dall’approccio tutt’altro che volgare.

Consenso. La costruzione del consenso non è un fenomeno episodico. Il Movimento di Grillo parte dalla Rete, per ampliare la base di militanza, e poi riesce a radicarsi tra le persone comuni attraverso una concreta attività sul territorio. Anche il cittadino che non conosce i meandri di Internet, è un ‘obiettivo’ appetibile per i cosiddetti grillini. E proprio i candidati del M5S partono da un vantaggio incommensurabile: sono “volti nuovi” che si affacciano in politica. In un periodo di stanchezza verso i soliti noti, si tratta di un capitale immenso da gestire. A prescindere da qualsiasi programma.

 

Scrivi una replica

News

Speranza: «Dal 16 maggio stop quarantena Paesi Eu e voli Covid tested anche per aeroporti di Venezia e Napoli»

«Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza che prevede l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e dell’area Schengen, oltre che da Gran Bretagna e…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Giappone: stato d’emergenza in altre tre prefetture

Altre tre prefetture del Giappone si preparano a dichiarare lo stato di emergenza anti-Covid per far fronte ad aumento dei casi di coronavirus locali.  Hokkaido,…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gaza, 119 le vittime da inizio scontri

Da inizio scontri, il ministero della sanità di Gaza, hanno registrato 119 vittime, tra i quali 31 bambini e 19 donne.…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, Stati Uniti completano ritiro dei soldati da base Kandahar

Gli Stati Uniti hanno completato il ritiro delle truppe dall’aeroporto di Kandahar, nel sud dell’Afghanistan, la seconda più grande base militare nel Paese per le…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia