Speciale Cannes. Il clima divertito e goliardico del Festival | T-Mag | il magazine di Tecnè

Speciale Cannes. Il clima divertito e goliardico del Festival

dal nostro inviato
Giampiero Francesca

Il clima pare non voler concedere tregua alla sessantacinquesima edizione del festival di Cannes. Pioggia e freddo continuano a imperversare sulla montee de marches e sulla croisette, ma non scoraggiano i migliaia di accreditati che anche oggi affollano tutte le sale. Come ormai d’abitudine iniziamo la nostra giornata con una proiezione di Un Certain regard, Le Grand soir di Benoît Delépine e Gustave Kervern, eccentrici registi protagonisti di un simpatico siparietto in sala. Per guadagnarsi qualche minuto di applauso in più i due infatti improvvisano un vero e proprio spogliarello, fra le risate e la sorpresa del compassato pubblico festivaliero.
Un clima, quello divertito e goliardico, che ben si intona con la pellicola firmata dai due registi. Le Grand soir è una classica commedia, con protagonisti caricaturali, gag al limite del demenziale, ed una trama ridotto all’osso, utile più che altro a collegare fra loro le sequenze comiche. Le riflessioni sulla crisi contemporanea, sulla società francese, sul mondo del lavoro, che appaiono sullo sfondo (e che forse, dalle parole dei registi prima della proiezione, volevano apparire più marcate), rimangono infatti totalmente schiacciata dalla prorompenza scenica dei due protagonisti, Albert Dupontel e Benoît Poelvoorde.
Nonostante qualche buona risata, ancora una volta, la selezione di Un Certain regard non ci ha convinto. Scegliamo allora di andare sul sicuro con la proiezione del film in concorso Vous n’avez encore rien vu di Alain Resnais. Il grande maestro del cinema francese mette in scena un complesso intreccio fra cinema e teatro, in una pellicola in cui le due arti si mescolano e fondono, infrangendo continuamente la barriera che le separa. Il pretesto che dà l’abbrivo all’opera è la convocazione, da parte del commediografo ormai morente Antoine d’Anthac, di molti degli attori che avevano già messo in scena la sua Euridice. L’abitazione del commediografo si trasforma così in un metacinematografico palcoscenico in cui gli interpreti del film finiscono per essere, contemporaneamente, attori di Vous n’avez encore rien vu e della stessa Euridice. Pellicola di non facile visione l’opera di Resnais appare comunque importante per la sua capacità di riflettere sui linguaggi e sulle forme di queste due arti così apparentemente prossime, e sul significato stesso del cinema.
Una riflessione che abbiamo appena il tempo di iniziare visto che il programma del concorso ci costringe (ma ne siamo ben lieti) ad un ennesimo brusco passaggio di sala. Non vogliamo infatti perderci l’ultima fatica di Ken Loach, The Angel’s Share, che si preannuncia essere una deliziosa commedia dall’inaspettato protagonista: il whisky.

 

Scrivi una replica

News

Calcio, la Uefa ha trasferito la sede della finale di Champions League da Istanbul a Porto

La finale di Champions League tra Manchester City e Chelsea si giocherà allo Stadio Do Dragão di Porto, in Portogallo. Lo ha reso noto la UEFA,…

13 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Sport: Giovanni Malagò rieletto presidente del CONI

Giovanni Malagò, 62 anni, è stato rieletto presidente del CONI, il Comitato olimpico nazionale italiano. Resterà in carica fino al 2025. Malagò ha ottenuto 55…

13 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 160 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 160.505.176. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

13 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Medio Oriente, Biden: «Israele ha diritto di difendersi»

«Israele ha diritto di difendersi» dagli attacchi esterni. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, nel corso di un colloquio telefonico con…

13 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia