Apple, risarcimento di 60 milioni ad un’azienda cinese | T-Mag | il magazine di Tecnè

Apple, risarcimento di 60 milioni ad un’azienda cinese

Apple (creatrice di iPod, iPhone ed iPad), recentemente valutata come l’azienda più ricca al mondo, ha deciso di risarcire Proview, un’azienda cinese, per porre fine ad un’azione legale relativa al diritto di sfruttare il marchio iPad in Cina. La cifra stanziata è di 60 milioni di dollari (oltre 47 milioni di euro).
Proview sostiene di aver regolarmente acquistato i diritti per usare il marchio nel mercato cinese già nel 2000, mentre Apple afferma di aver acquistato i diritti mondiali nel 2009. L’Alta Corte del Guangdong aveva chiesto alle due aziende di trovare un punto d’incontro, ed ha dichiarato che la disputa è stata risolta in seguito al risarcimento stanziato da Apple.
Il mercato cinese è uno dei più interessanti per Apple, poiché la domanda per i suoi prodotti è in costante crescita. Alcuni esperti sostengono che Apple abbia deciso di porre fine alla disputa (seppur rimettendoci) in tempi brevi pur di non perdere fondamentali quote di mercato nei confronti dell’agguerrita concorrenza.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus: a livello globale i contagi hanno superato i 266,6 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 266.660.144. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito: da oggi doppio tampone per i viaggiatori

Da oggi per chi viaggia nel Regno Unito (a partire dai 12 anni di età) entra in vigore il doppio tampone. Il test è da…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Austria: da lunedì stop a lockdown per i vaccinati

L’Austria conferma che da lunedì finirà il lockdown per i vaccinati e i guariti, mentre proseguirà per coloro che non si sono ancora sottoposti a…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Un tribunale egiziano ha ordinato la scarcerazione di Patrick Zaki

Patrick Zaki uscirà dal carcere. Lo ha deciso un tribunale egiziano. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, la scarcerazione dovrebbe avvenire tra questa sera…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia