Rai, Paola Ferrari decide di querelare Twitter per diffamazione | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rai, Paola Ferrari decide di querelare Twitter per diffamazione

Paola Ferrari, conduttrice Rai, è intenzionata a citare per diffamazione Twitter. Alla base della querela, ci sarebbero una serie di insulti rivolti tramite Twitter alla Ferrari, nel corso della trasmissione televisiva “Stadio Europa” in onda sugli schermi Rai e dedicata a Euro 2012.
“Il web non può diventare solo una bacheca della diffamazione anonima, dell’insinuazione volgare e del razzismo solo perché nel web c’è la libertà di espressione. Non è giusto usare – ha spiegato la Ferrari, intervenendo a Klauscondicio, il programma di Klaus Davi su YouTube – la rete e i social network per insultare le persone, senza la possibilità di un contraddittorio, e questo accade soprattutto con Twitter”.
La Ferrari chiederà, con molta probabilità, un risarcimento che, se ottenuto, andrà devoluto in beneficenza alle famiglie delle zone dell’Emilia Romagna colpite dal terremoto.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Di Maio: «Il 16 maggio credo sia una data auspicabile per superare il coprifuoco»

«Credo sia una data auspicabile per superare il coprifuoco». Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, riferendosi al 16 maggio, nel corso di un…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cultura, Vibo Valentia è la “Capitale italiana del Libro 2021”

Vibo Valentia è la “Capitale italiana del Libro 2021”. Lo ha annunciato il presidente della Giuria, Romano Montroni, comunicandolo al ministro della Cultura, Dario Franceschini,…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vaccini, Erdogan: «Scienza è bene comune dell’umanità»

«La scienza è un bene comune dell’umanità, non devono esserci gelosie. Quando sarà pronto, la Turchia condividerà con tutti il suo vaccino contro il Covid-19».…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre 414mila nuovi casi in 24 ore in India

Sono stati 414 mila i nuovi casi di coronavirus registrati in India, dove purtroppo ci sono state anche 3.914 decessi.…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia