Migranti: muoiono in 54 per disidratazione su un barcone diretto verso l’Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Migranti: muoiono in 54 per disidratazione su un barcone diretto verso l’Italia

Sono morti in 54 su un barcone in balia delle onde, che dalla Libia tentava di giungere in Italia. A rivelarlo è stato l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) che lo ha appreso dall’unico superstite, un cittadino eritreo. L’uomo, infatti, ha visto i suoi compagni di viaggio morire per disidratazione nell’arco di 15 giorni.
L’imbarcazione si era messa in viaggio verso la fine di giugno e già dopo un giorno di navigazione i migranti avevano visto le coste italiane. Poi le condizioni atmosferiche poco favorevoli (il vento per lo più) hanno spinto l’imbarcazione di fortuna verso la Tunisia. Ed è stata proprio la guardia costiera tunisina ad avere messo in salvo lunedì l’unico superstite di questa strage silenziosa.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus: a livello globale i contagi hanno superato i 266,6 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 266.660.144. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito: da oggi doppio tampone per i viaggiatori

Da oggi per chi viaggia nel Regno Unito (a partire dai 12 anni di età) entra in vigore il doppio tampone. Il test è da…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Austria: da lunedì stop a lockdown per i vaccinati

L’Austria conferma che da lunedì finirà il lockdown per i vaccinati e i guariti, mentre proseguirà per coloro che non si sono ancora sottoposti a…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Un tribunale egiziano ha ordinato la scarcerazione di Patrick Zaki

Patrick Zaki uscirà dal carcere. Lo ha deciso un tribunale egiziano. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, la scarcerazione dovrebbe avvenire tra questa sera…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia