Afghanistan, condanna a morte per il soldato che ha ucciso cinque militari francesi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Afghanistan, condanna a morte per il soldato che ha ucciso cinque militari francesi

Abdul Saboor, il soldato afgano che lo scorso gennaio aveva attaccato un gruppo di commilitoni francesi uccidendone cinque, è stato condannato a morte da un tribunale militare. Nella sua azione solitaria nella zona di Payendakhel, provincia di Kapisa, Saboor aveva anche ferito seriamente altri 17 soldati. Ora l’uomo potrà ricorrere in appello.
Successivamente alle morti, la Francia ha annunciato che avrebbe ritirato le proprie truppe dal paese prima del previsto. Più di 20 militari stranieri della Nato hanno perso la vita a causa degli attentati portati a termine dai soldati afgani.

 

Scrivi una replica

News

Dl Sostegni, il governo ha posto la fiducia al Senato

Il governo ha posto la fiducia sul Dl Sostegni. Lo ha annunciato il ministro per i rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà. Il testo è…

6 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 155,2 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 155.297.849. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

6 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, von der Leyen: «Ue pronta a sostenere la sospensione dei brevetti vaccinali»

«L’Unione europea è pronta a sostenere la sospensione dei brevetti vaccinali» proposta dagli Stati Uniti. Lo detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der…

6 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Covid-19, una dose di richiamo di Moderna efficace contro le varianti brasiliana e sudafricana

Un dose di richiamo del vaccino Covid-19 di Moderna è efficace anche contro le cosiddette varianti brasiliana e sudafricana del Sars-CoV-2. Lo ha reso noto…

6 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia