Siria, proseguono gli scontri. Se messo alle strette il regime potrebbe usare armi chimiche | T-Mag | il magazine di Tecnè

Siria, proseguono gli scontri. Se messo alle strette il regime potrebbe usare armi chimiche

Nawaf Fares, ex ambasciatore siriano in Iraq dimessosi recentemente a causa dei disaccordi con Assad, ha dichiarato che il regime non esiterà ad usare armi chimiche se si dovesse trovare nella condizione di doverlo fare. Fares ha aggiunto che tali armi potrebbero essere già state utilizzate, e che i bombardamenti degli ultimi giorni sarebbero stati orchestrati dal governo con la partecipazione di al-Qaeda.
Nel frattempo le proteste contro Assad si sono ramificate anche in altri paesi. Infatti stamattina il consolato siriano ad Almaty, in Kazakistan, e’ stato gravamente danneggiato da un incendio doloso. La rappresentanza diplomatica sarebbe stata attaccata da ignoti armati di molotov, ed il rogo ha provocato la distruzione dell’ufficio del console siriano e dell’archivio.
Oggi il delegato delle Nazioni Unite e della Lega Araba, Kofi Annan, incontrerà il presidente russo Putin per discutere come intervenire e fare cessare gli scontri.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus: a livello globale i contagi hanno superato i 266,6 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 266.660.144. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito: da oggi doppio tampone per i viaggiatori

Da oggi per chi viaggia nel Regno Unito (a partire dai 12 anni di età) entra in vigore il doppio tampone. Il test è da…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Austria: da lunedì stop a lockdown per i vaccinati

L’Austria conferma che da lunedì finirà il lockdown per i vaccinati e i guariti, mentre proseguirà per coloro che non si sono ancora sottoposti a…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Un tribunale egiziano ha ordinato la scarcerazione di Patrick Zaki

Patrick Zaki uscirà dal carcere. Lo ha deciso un tribunale egiziano. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, la scarcerazione dovrebbe avvenire tra questa sera…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia