WikiLeaks, Correa: “Assange va interrogato in ambasciata” | T-Mag | il magazine di Tecnè

WikiLeaks, Correa: “Assange va interrogato in ambasciata”

“Abbiamo il diritto di concedere l’asilo a coloro riteniamo abbiano bisogno di essere protetti dalla persecuzione politica, sopratutto quando è a rischio la loro vita. Ci sono Paesi che infliggono la pena di morte per reati politici. L’Ecuador non ha bisogno di chiedere il permesso per dare asilo a qualcuno”. A dirlo è stato il presidente dell’Ecuador, Rafael Correa, il quale ha anche aggiunto di voler mettere a disposizione l’ambasciata di Quito a Londra per l’interrogatorio di Julian Assange da parte delle autorità svedesi.
Da due mesi il fondatore di Wikileaks, ricercato per violenza sessuale su due donne, si è rifugiato nella sede diplomatica del Paese sudamericano.

 

Scrivi una replica

News

Superlega, Johnson e Macron contro i 12 club

Il premier britannico, Boris Johnson e il presidente francese, Emmanuel Macron, hanno inviato i club fondatori a fermarsi e ripensare alla creazione della Superliga, perchè…

19 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: “Giornalismo contribuisce alla rinascita del Paese”

“Il giornalismo è interrogato da questa prospettiva di rinascita civile, sociale, economica, per potervi contribuire, accompagnandola. Le democrazie hanno bisogno di un giornalismo vivo, libero,…

19 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Deloitte: “In Italia la Pubblica amministrazione ha un efficienza minore rispetto alla media dei Paesi Ue”

Da quanto emerge da una analisi di Deloitte sulla semplificazione amministrativa e le iniziative per migliorare il rapporto tra Pa e imprese, in Italia si…

19 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, riapre bolla tra Australia e Nuova Zelanda

Riapre la bolla tra Australia e Nuova Zelanda, con i primi voli che sono partiti questa mattina e permetterà ai residenti di spostarsi senza doversi…

19 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia