Crisi economica, Monti: “Ho il timore che l’euro da fattore aggregante diventi il contrario” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Crisi economica, Monti: “Ho il timore che l’euro da fattore aggregante diventi il contrario”

Parlando da Fiesole, in occasione del colloquio al Ppe, il presidente del Consiglio, Mario Monti ha detto: “Ho il timore che la moneta unica, da fattore di aggregazione, diventi un elemento disgregante. Dobbiamo stare attenti: se non alziamo il livello di guardia dal punto di vista psicologico e politico questa cosa avverrà”.
“Da questo punto di vista – continua il premier -, la responsabilità e il ruolo dei partiti è enorme. Più ancora di quello che voi stessi possiate immaginare. Vediamo volontà di distinguersi e non volontà di andare avanti sulla strada dell’Unione europea. Lo vediamo dalla fine degli anni Duemila, con le reazioni critiche del mondo delle imprese alla direttiva sulle Opa, che permettesse al mercato del controllo delle imprese di diventare davvero europeo. Poi, con la crisi, è andato persino in dubbio che il mercato fosse un buon modo di organizzare la vita sociale e economica. Il fenomeno che, vi confesso, mi preoccupa più di tutti è che non so se i capi di Stato e di governo europei ne sono sufficientemente consapevoli.
Credo che senza un ruolo ancora accresciuto del Parlamento europeo non si andrà da nessuna parte. Esorterei a pensarci due volte prima di andare verso un rifiuto della codecisione”.

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia