Ocse, il 23% dei giovani italiani nel 2010 non studiava e non lavorava | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ocse, il 23% dei giovani italiani nel 2010 non studiava e non lavorava

Nel 2010 il 23% dei giovani italiani nel 2010 non lavorava e npn studiava, è quanto si evince dallo studio dell’Ocse intitolato Education at a Glance 2012.
La media negli altri paesi membri dell’Ocse è del 16%.
Ne rapporto si legge che il tasso di occupazione dei laureati italiani tra il 2002 e il 2010 è passato dall’82,2% al 78,3%. Lo studio evidenzia anche la disparità tra i laureati italiani e i laureati degli altri paesi membri: rispettivamente 15% e 31% della popolazione.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, von der Leyen: «Adattare immediatamente i vaccini alle nuove varianti»

«I contratti dell’Unione europea con i produttori affermano che i vaccini devono essere adattati immediatamente alle nuove varianti man mano che emergono». Così la presidente…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Zelensky: «Pronti a escalation con Mosca»

Rischio di golpe tra l’1 e il 2 dicembre. E sullo sfondo uno scenario di guerra con la Russia. Questa è la sintesi delle dichiarazioni…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue elimina l’obbligo di autorizzazione all’export per i vaccini

“Dal primo gennaio 2022 i produttori di vaccini non saranno piu’ obbligati a chiedere l’autorizzazione per esportare i loro prodotti al di fuori dell’Ue”. Lo ha reso noto…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in Portogallo a gennaio una settimana di contenimento

Stretta in Portogallo per contenere l’avanzata del coronavirus. Infatti, il governo ha stabilito una settimana di contenimento, dal 2 al 9 gennaio, durante la quale…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia