Salute, Ministero: In Italia ancora 34mila siti a potenziale contaminazione di amianto | T-Mag | il magazine di Tecnè

Salute, Ministero: In Italia ancora 34mila siti a potenziale contaminazione di amianto

Dai dati riscontrati dal 15esimo quaderno del Ministero della Salute sulle patologie legate all’esposizione all’amianto, risulta che fino al 1992, anno in cui entrò in vigore lagge per la messa al bando dell’amianto, l’Italia era uno dei maggiori paesi sonsumatori di amianto. Il paese si trova per questo, oggi, con 34 mila siti a contaminazione potenziale di amianto. Di questi ben 373 con rischio di primo livello. Un numero che non contempla ancora la mappatura di tutte le regioni italiane: mancano infatti ancora all’appello Sicilia e Calabria.

 

Scrivi una replica

News

Morto il principe Filippo, marito della Regina Elisabetta II del Regno Unito

All’età di 99 anni è morto il principe Filippo, marito della regina Elisabetta II del Regno Unito. Venne nominato principe del Regno Unito nel 1957,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: “Nessun dato che i vaccini siano intercambiabili”

Secondo l’Oms, non c’è alcun dato adeguato sull’intercambiabilità dei vaccini. Questa affermazione è arrivata in seguito all’annuncio della Francia che ha reso noto che le…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Morte George Floyd arrivata per asfissia

George Floyd è morto per asfissia e non per overdose di fentanyl, come sostenuto dall’avvocato dell’agente Derek Chauvin. Lo ha stabilito il medico Martin Tobin,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Kim avverte la popolazione: “Arriveranno tempi duri”

Kin Jong-Un, leader nordocerano, ha lanciato l’allarme alla sua popolazione dicendo di prepararsi ad un crisi difficili paragonando i tempi che verranno ad una terribile…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia