Crisi economica, Merkel: “L’Ue deve fare ancora tanti compiti a casa” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Crisi economica, Merkel: “L’Ue deve fare ancora tanti compiti a casa”

Angela Merkel intervenendo alla giornata della Bdi, la Confederazione dell’industria tedesca, ha detto: “Ci sono ancora molti compiti da fare a casa. Un’unione del debito ci riporterebbe dove eravamo prima.
Troppo spesso in passato nell’Ue abbiamo disatteso le promesse, come quella di diventare la realtà economicamente più dinamica entro la fine del decennio scorso”.
“La Germania non può sganciarsi dallo sviluppo economico dell’Europa. L’export tedesco è destinato per il 40% all’eurozona e per il 60% all’Unione europea”. ha ricordato la cancelliera tedesca.
“I mercati- ha aggiunto – sono preoccupati per la capacità di alcuni paesi europei di rimborsare i loro debito. C’è una mancanza di fiducia da parte dei mercati finanziari sulla capacità di alcuni paesi europei di rimborsare i loro debiti a lunga scadenza. Il mondo si domanda se i paesi dell’area euro siano competitivi.
Dall’introduzione dell’euro il costo del lavoro si è divaricato massicciamente nell’Ue, e in particolare nell’eurozona. Nello stesso tempo osserviamo come le riforme che procedono in molti Paesi dell’eurozona stiano riportando una coerenza nel costo del lavoro, ma siamo comunque ancora lontani gli uni dagli altri. Per questo far crescere rapidamente gli stipendi in Germania per accelerare l’armonizzazione del costo del lavoro nell’eurozona è forse una soluzione a breve termine, ma non valida per chi ha a cuore la crescita a lungo termine dell’Europa”.

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia