Confcommercio: “La crisi non si arresta. Rischiano le imprese e posti di lavoro” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Confcommercio: “La crisi non si arresta. Rischiano le imprese e posti di lavoro”

Al di là del permanere di uno stato di accentuata difficoltà dei consumi delle famiglie, preoccupa il fatto che, alla luce dei dati di settembre sul clima di fiducia delle famiglie arrivati, ormai, ai livelli minimi, è prevedibile il protrarsi di questa situazione anche nei mesi autunnali; ma preoccupa anche la progressiva estensione della crisi a tutti i beni considerati, con punte particolarmente gravi per l’abbigliamento, le calzature ed i mobili, e che questa estrema sofferenza dei consumi coinvolge in misura significativa non solo le imprese di minori dimensioni, ma anche la grande distribuzione che nella media dei primi sette mesi del 2012 segnala un calo dei valori del venduto pari a 2 decimi di punto: questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio ai dati sulle vendite al dettaglio diffusi oggi dall’Istat.
In particolare – prosegue Confcommercio – le stime sulla dinamica dei consumi pro capite a consuntivo 2012 indicano rispetto al 2007, anno precedente alla prima recessione, un calo per l’abbigliamento del 7,8% reale, per le calzature del 21%, per gli alimentari di oltre l’11% mentre per gli acquisti di auto, moto e altri mezzi di trasporto familiare la flessione arriverebbe ad oltre il 45%.
La ripresa della domanda delle famiglie è dunque una priorità del sistema, soprattutto per evitare una significativa riduzione del tessuto produttivo con conseguenze permanenti sul mercato del lavoro destinando il Paese a un progressivo impoverimento.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, von der Leyen: «Adattare immediatamente i vaccini alle nuove varianti»

«I contratti dell’Unione europea con i produttori affermano che i vaccini devono essere adattati immediatamente alle nuove varianti man mano che emergono». Così la presidente…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Zelensky: «Pronti a escalation con Mosca»

Rischio di golpe tra l’1 e il 2 dicembre. E sullo sfondo uno scenario di guerra con la Russia. Questa è la sintesi delle dichiarazioni…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue elimina l’obbligo di autorizzazione all’export per i vaccini

“Dal primo gennaio 2022 i produttori di vaccini non saranno piu’ obbligati a chiedere l’autorizzazione per esportare i loro prodotti al di fuori dell’Ue”. Lo ha reso noto…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in Portogallo a gennaio una settimana di contenimento

Stretta in Portogallo per contenere l’avanzata del coronavirus. Infatti, il governo ha stabilito una settimana di contenimento, dal 2 al 9 gennaio, durante la quale…

26 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia