Confesercenti: “L’uscita dalla crisi economica ancora non si vede” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Confesercenti: “L’uscita dalla crisi economica ancora non si vede”

In una comunicato stampa diffuso da Confesercenti si legge: “L’uscita dal tunnel della crisi ancora non si vede; anzi, il percorso per uscirne si sta allungando. E’ quanto emerge dai dati sulle vendite al dettaglio di luglio diffusi oggi dall’Istat: la flessione registrata sia nel no food sia nel comparto alimentari rappresenta un indicatore dell’aggravarsi della crisi, che spinge gli italiani a stringere la cinghia anche in occasione dei saldi di luglio. E a soffrire non sono solo le piccole superfici.
Le prospettive per il futuro, poi, non lasciano ben sperare: secondo le nostre previsioni, anche il 2013 sarà un anno di difficoltà, con una flessione dei consumi dello 0,4%.
Il crollo del mercato interno sta mettendo a dura prova il tessuto imprenditoriale italiano, come testimonia il saldo tra chiusure e aperture di imprese nel primo semestre 2012, che risulta negativo per più di 13mila unità e ha già portato alla perdita di oltre 33mila posti di lavoro, dipendenti o indipendenti. Numero che, senza un’inversione di tendenza, potrebbe raddoppiare entro la fine dell’anno.
Se a questi aggiungiamo anche i 100mila autonomi che hanno precedentemente perso il lavoro nel corso della crisi, diventa evidente come non sia più possibile aspettare.L’Esecutivo non può concentrarsi solo su singole grandi aziende, aprendo tavoli ad hoc: in pericolo c’è anche un settore di primaria importanza come quello legato ai consumi interni, le cui difficoltà stanno producendo pesantissimi danni sul piano sociale ed economico. Il Governo apra urgentemente il confronto con le parti sociali, per definire interventi che ridiano fiato a imprese e famiglie. A partire dal taglio del cuneo fiscale e dalla riduzione delle aliquote, utilizzando la locomotiva della delega fiscale. Serve urgentemente una terapia shock, o dal tunnel non usciremo”.

 

1 Commento per “Confesercenti: “L’uscita dalla crisi economica ancora non si vede””

  1. All’inizio della crisi nel 2008 si sperava che la crisi finiva molto presto , adirittura, tra qualche anno. Ma in realtà ci sono tante complicazioni ancora da risolvere.

    Anche se , ufficialmente, usciamo dalla crisi, le grosse quostioni che abbiamo affrontato durante questa lunga crisi, non penso che si risolveranno al 100%, si sposteranno solo in avanti per ora.

    Speriamo che questa crisi finisca presto, ma vedo dura.

Scrivi una replica

News

Vaccini, Aifa: “Da dicembre a marzo oltre 46mila sospette reazioni, il 2,7% di esse non gravi”

Tra il 27 dicembre 2020 e il 26 marzo 2021 sono pervenute 46.237 segnalazioni di sospette reazioni avverse su un totale di 9.068.349 dosi di…

15 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, 77mila nuovi casi negli Usa

Sono oltre 77mila i nuovi casi di coronavirus registrati negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore. I decessi invece, sono stati 987.…

15 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Speranza: “50 milioni di dosi entro giugno, età criterio giusto”

“Nel secondo trimestre arriveranno 50 milioni di vaccini e Pfizer anticiperà alcuni milioni di dosi che per l’Italia significano circa 7 milioni. Prudenzialmente il commissario…

15 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Speranza:”Auspico presto chiarezza per iniziare a usare J&J”

“L’auspicio è che presto ci possano essere elementi di chiarezza che ci permettano di iniziare ad utilizzare un vaccino che sarà importante per la nostra…

15 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia