Fiat, Marchionne: “Più investimenti in Italia? A quest’ora sarebbe fallita” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fiat, Marchionne: “Più investimenti in Italia? A quest’ora sarebbe fallita”

Se la Fiat avesse investito di più in Italia, a causa della crisi del mercato delle automobili adesso sarebbe avrebbe dovuto dichiarare fallimento. Questo è il parere dell’ad della casa automobilistica torinese, Sergio Marchionne.
Marchionne è intervenuto nel corso di un’intervista alla rivista automobilistica tedesca Auto motor und sport. “La Fiat – ha detto Marchionne – ha investito 800 milioni di euro, ma adesso la Panda non trova acquirenti. Se avessi pensato in grande e avessi quadruplicato gli investimenti, adesso la Fiat sarebbe fallita”.
Al momento, la Fiat starebbe pensando di cambiare strategia, puntando ad espandersi sul mercato americano.
La nuova sportiva Alfa 4C e la berlina Giulia, infatti, verranno introdotte inizialmente sul mercato statunitense nel 2014. Solo successivamente, ha spiegato Marchionne, i due modelli verranno immessi sul mercato italiano. Nell’intervista

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Usa: meno di 40 mila casi in 24 ore

Gli Stati Uniti hanno registrato meno di 40mila casi nelle ultime 24 ore, stando al consueto bollettino della Johns Hopkins University, un dato che non…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Congo, ucciso magistrato che indagava su morte Attanasio

È stato ucciso in Congo il magistrato militare che indagava sull’agguato in cui sono morti l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, netto calo dei casi in Gran Bretagna

Continuano a calare notevolmente i casi di coronavirus in Gran Bretagna, dove nelle ultime 24 ore su 863mila tamponi effettuati, solo 6.500 sono risultati positivi.…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nuova Zelanda, terremoto di magnitudo 8.1 al largo: allarme tsunami rientrato

Dopo le tre scosse di magnitudo 6.9, 7.1, 8.1, a largo della Nuova Zelenda, si era alzata l’allerta di tsunami, ma l’allarme è rientrato dopo…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia