Immigrati, Riccardi: “Dopo il 15 ottobre pugno duro contro i datori di lavoro irregolari” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Immigrati, Riccardi: “Dopo il 15 ottobre pugno duro contro i datori di lavoro irregolari”

In merito all’opportunità per i datori di lavoro e clandestini di mettersi in regola con un versamento di mille euro e la dimostrazione di essere in Italia dal 2011 il ministro per la Cooperazione e l’Integrazione, Andrea Riccardi, ha detto: “Ci sono grossi interessi che riguardano il caporalato soprattutto in agricoltura con stranieri che sono tenuti in schiavitù ma su questo dopo il 15 ottobre (termine ultimo per la regolarizzazione dei lavoratori immigrati) si andrà duri e si picchierà duro. Ci sono delle misure molto severe che sono quelle della direttiva europea che abbiamo recepito.
I datori di lavoro colti ad utilizzare lavoratori stranieri in modo clandestino saranno puniti. Prima o poi arriveremo a prosciugare le sacche di clandestinità ma se uno fa la domanda con le carte in regole non si deve aver paura”.
“Le richieste per il decreto emersione dei lavoratori immigrati irregolari – ha aggiunto – sono più di 70 mila e noi ce ne aspettavamo 150 mila alla chiusura di questa finestra. Non mi sembra che sia un fallimento. Naturalmente le regole sono severe perché bisogna che i lavoratori siano presenti sul territorio dal 31 dicembre e si chiede una documentazione certa di organizzazioni che hanno un rilievo pubblico”.

 

Scrivi una replica

News

Medvedev: «Russia ha il diritto di utilizzare armi nucleari se necessario»

«La Russia ha il diritto di utilizzare armi nucleari, se necessario, in base alla dottrina nucleare». Ad affermarlo, citato dalla Tass, è stato il vicepresidente…

27 Set 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spazio, la sonda Dart ha colpito l’asteroide Dimorphos

La sonda DART, Double Asteroid Redirection Test, della NASA, l’Agenzia spaziale statunitense, ha colpito nella notte Dimorphos, un piccolo asteroide distante 11 milioni di chilometri…

27 Set 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Italiani insoddisfatti della medicina territoriale»

Italiani poco soddisfatti della medicina territoriale. Lo rivela l’indagine della Fondazione Onda, “Esperienza e percezione degli italiani sulla medicina territoriale”, condotta in collaborazione con l’Istituto…

27 Set 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Cala l’export ad agosto, ma su base annua +22%»

«Ad agosto 2022 si stima, per l’interscambio commerciale con i paesi extra Ue27, una diminuzione congiunturale per entrambi i flussi, più ampia per le esportazioni…

27 Set 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia