Famosi “per caso” con Instagram | T-Mag | il magazine di Tecnè

Famosi “per caso” con Instagram

La celebre applicazione dedicata alla fotografia, Instagram, acquistata lo scorso anno da Facebook, ha cambiato il regolamento legato alla privacy.
Questo nuovo regolamento prevede che dal 16 gennaio ogni utente che accederà all’applicazione darà il consenso, automaticamente, ad Instagram di utilizzare le foto per scopo pubblicitario. Ovviamente ciò avverrà senza remunerazione per il padrone effettivo della foto e tale azione non si può disabilitare.
Sicuramente complice di questa mossa azzardata da parte di Instagram è il fatto che sono in pochi gli utenti che leggono per filo per segno i regolamenti legati alla tutela della privacy prima di accettare o prima di cliccare su “skip”.
Rimane dunque una sola mossa agli utenti per evitare che le proprie foto vengano diffuse: cancellare il proprio account.
Non solo le foto, accettando le condizioni l’applicazione potrà accedere e vendere tutte le informazioni sugli utenti, compresi i commenti alle foto come anche il numero telefonico dello smartphone da cui le foto vengono caricate, con lo scopo di arricchire di informazioni le ricerche di mercato. Quello che Facebook ha in mente è di assomigliare sempre più al gigante Google, garantendo quindi una maggiore disponibilità di servizi.
Sicuramente queste nuove regole incideranno notevolmente sull’utenza di Instagram, rimane solo da capire in quale verso: diminuiranno perché il “fotografo” non trova giusto l’utilizzo dei propri dati e delle proprie foto o aumenteranno perché un po’ di potenziale notorietà piace a tutti?

 

1 Commento per “Famosi “per caso” con Instagram”

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Speranza: «Da gennaio, via alla campagna vaccinale»

In Italia, la campagna vaccinale contro il coronavirus inizierà a gennaio. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza, illustrando al Senato la strategia…

2 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, Biden: «Con la Cina, non farò mosse immediate»

«La migliore strategia per la Cina, credo, è quella che mette tutti i nostri alleati sulla stessa lunghezza d’onda. Sarà una delle principali priorità per…

2 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Hong Kong, Wong condannato a 13 mesi di carcere

Joshua Wong, tra i principali leader del movimento pro democrazia di Hong Kong, è stato condannato a 13 mesi e mezzo di carcere per aver…

2 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Libri. «Piovono bombe», un gioco di incastri nell’ultimo romanzo di Iannaccone

L’autore ne parlerà giovedì 13 dicembre in diretta streaming La crisi siriana sullo sfondo, ma anche la ricerca del successo. Nello specifico quello in ambito…

2 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia