I cittadini e le nuove tecnologie | T-Mag | il magazine di Tecnè

I cittadini e le nuove tecnologie

di Mirko Spadoni

Resta stabile il numero delle famiglie che possiedono un accesso ad Internet (55,5%) e un personal computer (59,3%). Questo è quanto emerge dall’indagine condotta dall’Istat, che rileva però l’aumento della quota delle famiglie che accedono alla rete attraverso la banda larga. Nel 2012, infatti, si è passati al 48,6% dal 45,8% registrato nell’anno precedente.
Un nucleo familiare su sei possiede quindi un pc, ma sono quelle con almeno un minorenne ad essere le famiglie più tecnologiche. L’83,9% possiede un personal computer, il 79% ha accesso a Internet e il 70,8% utilizza per questo una connessione a banda larga.
Completamente diversa è la situazione per quanto riguarda le famiglie di soli anziani di 65 anni e più, che presentano “modesti livelli di dotazioni tecnologiche”. L’Istat rileva infatti che appena il 13,9% di esse possiede il personal computer e soltanto l’11,8% dispone di una connessione per navigare in Internet.
Il divario tecnologico non è però determinato solo dall’età media del nucleo familiare. Si registra, infatti, una netta differenza anche a seconda del territorio e alle differenze sociali.
Cerchiamo di capire meglio cosa intendiamo: stando ai dati raccolti dall’Istat, le famiglie del centro-nord che dispongono di un accesso a Internet sono il 58,1%, mentre rappresentano il 51,4% quelle che dispongono di una connessione a banda larga, a fronte del 49,6% e del 41,2% registrati nel Meridione.
Mentre se si passa a confrontare la disponibilità di un personal computer, di un accesso a Internet e di una connessione a banda larga, il divario tra le famiglie in cui il capofamiglia è un operaio e quelle in cui è un dirigente, un imprenditore o un libero professionista risulta di circa 17 punti percentuali a favore di questi ultimi.
I dati Istat rilevano quindi una cosa: non tutte le famiglie hanno un accesso ad Internet. Ma quali sono i motivi? Il 43,3% delle famiglie dichiara di non possedere l’accesso a Internet perché non ha le competenze per utilizzarlo; il 26,5% considera Internet inutile e non interessante, il 15,8% non ha accesso a Internet da casa per motivi economici legati all’alto costo degli strumenti o del collegamento, il 13% perché accede da un altro luogo.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Cina allenta restrizione sul Covid

La Cina ha reso noto che da oggi ci sarà un allentamento generale delle restrizioni sul Covid riducendo i requisiti obbligatori e la frequenza dei…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Superbonus, Enea: «Al 30 novembre detrazioni a 64 miliardi»

«E’ aumentato a 58,11 miliardi di euro, al 30 novembre, il totale degli investimenti ammessi alla detrazione del Superbonus al 110%; a fine ottobre erano…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Blinken: «Usa non hanno incoraggiato Kiev a colpire la Russia»

«Non abbiamo né incoraggiato né permesso agli ucraini di colpire all’interno della Russia». Lo ha reso noto il segretario di Stato americano Antony Blinken parlando…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, piano di attacco al Bundestag: arrestati 25 membri di un gruppo terroristico

Raid della polizia tedesca oggi in tutta la Germania dove sono stati arrestati 25 membri di un “gruppo terroristico” di estrema destra sospettato di pianificare…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia