Elezioni, Maroni: “Berlusconi si è impegnato a non candidarsi” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Elezioni, Maroni: “Berlusconi si è impegnato a non candidarsi”

Il segretario federale della Lega Nord, Roberto Maroni, parlando a Radio24 ha detto che lunedì notte, quando Berlusconi e gli esponenti della Lega Nord si sono incontrati per siglare l’accordo, “Berlusconi si è impegnato per iscritto a non candidarsi alla presidenza del Consiglio. Il suo è un atto di generosità, è scritto nell’accordo, certo”.
“L’accordo – continua Maroni – è arrivato dopo una lunga trattativa partendo da due presupposti: il primo e che il Pdl ha finalmente capito che ha fatto male a sostenere il governo Monti, che ha fatto danni, e si è messo all’opposizione. Il secondo è che Lega e Pdl sono al governo insieme in quattro Regioni del Nord, cioè Piemonte, Veneto, Friuli e Lombardia, e in quasi 500 amministrazioni comunali nel Nord. L’alleanza Lega-Pdl è nei fatti”.
In conclusione l’ex ministro dell’Interno ha affermato di aver “voluto verificare se c’era una prospettiva comune su cose concrete, una adesione ad alcune proposte che la Lega ha fatto e che vuole realizzare, in particolare la costituzione della macroregione del Nord mettendo insieme le Regioni dove governiamo per creare una struttura federale più vasta e più forte e potente. C’è poi l’idea di trattenere in queste Regioni almeno il 75% del gettito fiscale prodotto lì che oggi non supera il 35%. Ho avuto l’adesione su questi due punti e quindi ho deciso che si poteva fare perché per noi vincere in Lombardia è un passaggio fondamentale per realizzare il nostro programma”.

 

Scrivi una replica

News

Mes, Visco: «Da un punto di vista economico ha solamente vantaggi»

«Da un punto di vista economico» il MES «ha solamente vantaggi: non si va sul mercato, è a lunga scadenza, a condizioni buone e la…

28 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Lagarde: «Le prospettive sul futuro restano incerte»

«L’impatto del Coronavirus si sente ancora nella zona euro, le imprese hanno difficoltà, le persone perdono il posto, le prospettive sul futuro restano incerte». Lo…

28 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mezzogiorno, Provenzano: «A rischio ci sono circa 600-800mila posti di lavoro»

«Sul piano sociale le ricadute rischiano di essere maggiori nelle aree meno sviluppate del Mezzogiorno, soprattutto in termini di occupazione». Così il ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Giuseppe Provenzano, intervenendo nel corso…

28 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 33 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 33.130.914 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

28 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia