Quanto costerà la Tares alle famiglie? | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quanto costerà la Tares alle famiglie?

La prima rata della Tares, la tassa sui rifiuti introdotta dal governo in sostituzione alla vecchia Tarsu e alla Tia si dovrà pagare a luglio e non più ad aprile.
Secondo le stime della Cgia di Mestre la spesa in più rispetto alla Tarsu e alla Tia sarà di circa due miliardi e questo avverrà nonostante il calo del 5% nella produzione di rifiuti urbani registrato tra il 2007 e il 2011 e al relativo calo dei costi di smaltimento. Ma perché se la raccolta differenziata ha abbattuto i costi di smaltimento la sua incidenza sulla spesa è aumentata del 30,5%?
Sta di fatto comunque che a famiglia questa nuova tassa peserà il 29% in più, per un gettito totale a carico di famiglie e imprese di circa otto miliardi.
Per arrivare a queste stime, spiega la Cgia di Mestre, basta sottrarre “dalle spese assunte dalle stesse amministrazioni comunali per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, circa sette miliardi di euro, le entrate derivanti dall’applicazione della Tarsu o della Tia, 6,1 miliardi di euro. La differenza tra i due importi dà luogo 900 milioni di euro. A questa cifra va aggiunto un miliardo di euro circa che viene ottenuto con l’applicazione della maggiorazione di 30 centesimi a metro quadrato prevista dalla Tares a carico del titolare dell’immobile”.
Se la norma non verrà modificata su un negozio di 70 mq l’asporto dei rifiuti costerà 98 euro in più, circa il 19,7%.
Su un’abitazione civile di 114 metri quadrati la tassa porterà un aumento della spesa di circa 73 euro, il 29,1% in più. Su un capannone di 1200 metri quadrati invece l’aumento sarà di 1133 euro, dunque il 22,7% in più.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, in Italia nelle ultime 24 ore registrati 1.912 nuovi casi

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.912 casi positivi, il numero giornaliero più alto dalla fine del lockdown. Lo ha reso noto il ministero…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Prometeia prevede un calo del 9,6% per il Pil italiano nel 2020

Il centro studi Prometeia ha aggiornato le stime sull’economia italiana nel 2020 e nel 2021, indicando un calo del PIL del 9,6% quest’anno e una…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, attacco presso l’ex sede di Charlie Hebdo: quattro persone ferite

Un attacco a Parigi nella tarda mattinata di oggi, nei pressi dell’ex sede di Charlie Hebdo, che nel gennaio 2015 fu teatro della strage compiuta…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fratelli d’Italia, Raffaele Fitto positivo al coronavirus

Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia ha annunciato su Facebook di essere risultato positivo al tampone per il coronavirus. Positiva anche la…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia