La fiducia degli italiani nelle istituzioni | T-Mag | il magazine di Tecnè

La fiducia degli italiani nelle istituzioni

I dati che l’Eurispes anticipa a pochi giorni dalla presentazione del Rapporto Italia 2013 dipingono un quadro a tinte fosche riguardo il livello di fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni. Fiducia che – probabilmente a causa degli scandali politici e dell’inerzia che ha caratterizzato l’ultimo scorcio di legislatura – è calata dal 71,6% del 2012 al 73,2% di quest’anno.
“Il dato sicuramente più preoccupante – osserva l’Eurispes – è quello sulla fiducia degli italiani nel capo dello Stato, da sempre considerato punto di riferimento, soprattutto nei momenti più difficili e confusi come quello attuale. La fiducia degli italiani nei confronti del presidente della Repubblica è in netto calo e fa registrare quest’anno il 44,7% di fiduciosi (il 19,3% ‘molto’ e il 25,4% ‘abbastanza’), contro il 62,1% dello scorso anno”.
A tale proposito i ricercari Eurispes propongono una chiave di lettura, sebbene non definitiva: “Ancora non è chiaro se il capo dello Stato sia entrato nella spirale della sfiducia, ormai strutturale, che gli italiani nutrono nei confronti dell’intero sistema politico, ma la sensazione dei ricercatori dell’Eurispes è che questo risultato possa essere, in buona parte, attribuito al sostegno dato al governo Monti”.
“Ai provvedimenti ‘lacrime e sangue’ del governo – prosegue la nota dell’istituto di ricerca – gli italiani hanno risposto con un aumento di sfiducia, che passa dal 76,4% dello scorso anno all’82,8% (+6,4%) e segna un ritorno ai livelli del 2011 (84,2%). In parallelo cala anche il dato del consenso che passa dal 21,1% del 2012 all’attuale 15,9%. Il trend di sfiducia nei confronti dei governi che si sono susseguiti dal 2004 all’ultimo anno non si è d’altronde mai invertito e il grado di fiducia è rimasto sempre al di sotto del 35%. Come registrato per il governo, la fiducia degli italiani nei confronti del Parlamento mantiene un andamento in negativo raccogliendo l’89,7% degli sfiduciati, in costante aumento rispetto agli anni scorsi: erano l’88,2% degli intervistati nel 2012 e l’83,4% nel 2011. Stesso andamento per la quota, assolutamente minoritaria, di quanti si dichiarano invece fiduciosi: quest’anno sono il 9%, nel 2012 erano il 9,5% e nel 2011 invece arrivavano al 15%”.

Per quanto riguarda la magistratura, invece, “dopo il calo dei consensi dello scorso anno, il livello di fiducia torna a crescere. Più di quattro cittadini italiani su 10, il 42%, mostra fiducia nell’operato di questa istituzione (12,5% molta fiducia; 29,5% abbastanza fiducia). Era al 36,8% nel 2012”.
Capitolo forze di polizia e di sicurezza. “I Forestali – afferma l’Eurispes – si guadagnano il primo posto. Tra le istituzioni che, nel corso degli anni, mantengono alti livelli di consenso la Guardia di Finanza registra un vero e proprio balzo in avanti con l’indice di fiducia che sale al 71%. Quasi otto punti percentuali in più rispetto all’anno scorso. L’indiscusso primato storico dei Carabinieri viene superato, anche se di poco, dal Corpo forestale dello Stato che, con il 77,1% dei consensi, sale al primo gradino del podio della fiducia dei cittadini, mentre l’Arma segue con il 76,3%. Per quanto riguarda, infine, la Polizia di Stato, i dati mostrano un graduale e positivo trend che ha visto salire il consenso dei cittadini fino al 75%. Le nostre forze armate consolidano e vedono crescere il livello di fiducia del quale godono. Con il passaggio dal 67,8% dello scorso anno al 71,3% di oggi, guadagnano 3,5 punti percentuali. Continuano a crescere nella fiducia riscontrata presso l’opinione pubblica anche i nostri servizi segreti, silenziosi servitori dello Stato, che nel 2011 riscuotevano la fiducia del 30,5% dei cittadini e nel 2012 la vedevano aumentare di ben 10 punti percentuali (40,6%) per arrivare quest’anno al 45,3%, con un ulteriore incremento di quasi cinque punti.

“Nonostante il lieve calo registrato quest’anno, le associazioni di volontariato con il 75,4% di fiducia degli intervistati restano sempre una delle istituzioni più amate dagli italiani che riconoscono nella maggioranza dei casi l’impegno, il lavoro e i risultati ottenuti sul territorio a sostegno delle fragilità sociali e del disagio. La Chiesa con il 36,6% subisce un brusco calo dei consensi riportandosi al di sotto del livello di fiducia registrato lo scorso anno (47,3%). Anche se occorre sottolineare come i giudizi sulla Chiesa abbiano avuto all’interno della serie storica 2009-2013 un andamento ‘a singhiozzo’ e una particolare instabilità nella quota di giudizi positivi raccolti da un anno all’altro. Un significativo aumento della fiducia dei cittadini viene registrato solamente per le associazioni dei consumatori, passate dal 52,1% del 2012 al 63,8% del 2013”.
Infine, rileva l’Eurispes, continuano a raccogliere bassi livelli di fiducia i sindacati (19,5%), la pubblica amministrazione (17,6%), e i partiti politici (7,3%).

(fonte: www.eurispes.eu)

 

1 Commento per “La fiducia degli italiani nelle istituzioni”

  1. […] burocratizzando ogni possibile istanza o iniziativa. Anche – e soprattutto – per questo, siamo di fronte ad una insoddisfazione che non ha precedenti nella storia recente italiana. Per la prima volta, dopo la sfiducia che gli […]

Scrivi una replica

News

Vaccini, la Commissione Ue firma accordo per fornitura di Novavax

La Commissione europea ha reso noto di aver firmato un accordo per la forinntura di cento milioni di dosi, più 100 milioni come opzione aggiuntiva,…

4 Ago 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, indice PMI composito a 60.2 punti

L’attività economica dell’Eurozona è aumentata al tasso più veloce in poco più di 15 anni durante il mese di luglio, con una forte crescita della…

4 Ago 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coldiretti: incendi triplicati nell’estate 2021. Danni per milioni di euro

Grandi incendi triplicati in Italia (+203%) nell’estate 2021 con danni per milioni di euro all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo. E’ quanto emerge dall’analisi…

4 Ago 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Il controllo dei NAS negli stabilimenti balneari: irregolarità nel 29% dei casi

Con l’avvio della stagione turistica estiva, i Carabinieri dei NAS, d’intesa con il Ministero della Salute, hanno realizzato una campagna di controlli negli stabilimenti balneari e…

4 Ago 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia