Il diario dal Festival di Cannes/1 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il diario dal Festival di Cannes/1

di Giampiero Francesca

festival_cannes_il_grande_gatsbyFinalmente ci siamo. Ritirato il vestito di gala e il papillon eccoci pronti a rituffarci nello scintillante universo del festival di Cannes, per una sessantaseiesima edizione che si preannuncia, come sempre, ricca di aspettative e attese. Attese che non dovrebbero durare ancora a lungo data la proiezione, già nella giornata di oggi, di una delle pellicole più intriganti della manifestazione. Ad aprire il festival sarà infatti, come già da tempo annunciato, l’adattamento di Buz Luhrmann di un grande classico di Francis Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby. Scintillante e pop sin dalle prime immagini del trailer, la pellicola porterà con sè il marchio di fabbrica del regista australiano, maestro nella di ricostruzione di coloratissimi e sfavillanti racconti.
Un parere su Il grande Gastby lo postremo esprimere però solamente dopo la proiezione, pertanto, mentre passeggiamo per una croisette ancora quasi deserta, ci dedichiamo alla complicata arte dell’organizzazione di un calendario delle proiezioni che ci consenta di vedere tutto ciò che meriterebbe di esser visto. Mai come quest’anno infatti tante sarebbero le pellicole imprendibili, dai titoli più noti ai registi “minori”, a partire da un concorso praticamente colmo di opere da non mancare. Dallo scandaloso Francois Ozon, con la sua ultima fatica Jeunne et jolie, al ritorno di Nicols Winding Refn, dopo il successo di Drive, dal favorito quasi ottantenne Roman Polanski, all’outsider Grigris di Mahamat-Saleh Haroun, regista del Ciad già autore del sorprendente Daratt, senza dimenticare autori come Asghar Farhadi (“Una separazione”), Steven Soderbergh, Jia Zhangke (“Still life”) e i fratelli Coen . Una selezione che basterebbe da sola a riempire le nostre giornate e che porterà sulla montee de marche una vera invasione di star.
Ma, come sempre, non di solo concorso si vive al Festival di Cannes. Così, ad aprire Un Certain regard, la nostra sezione preferita, sempre ricca di autori nuovi e sorprendenti, sarà un’altra imprendibile pellicola, The bling ring di Sofia Coppola. Fare una capatina nella Sale Debussy, storico teatro di questa selezione, sarà così per noi obbligo inderogabile da inserire in un calendario già quasi ingolfato. Così come si dovrà ritagliare il giusto tempo per guardare, con la dovuta attenzione, le pellicola di casa nostra. Su tutte, ovviamente, La grande bellezza di Paolo Sorrentino, unico rappresentante italiano in corsa per la Palma d’oro. This must be the place onestamente non ci aveva convinto, pur dimostrando ancora una volta le straordinarie capacità estetiche del regista, ma restiamo comunque in grande attesa per quella che dovrebbe essere una pellicola dal forte impatto poetico e visivo.
Così, scorrendo le pagine del programma, iniziamo a temere di non aver così tanto tempo da dedicare alle ultime due sezioni parallele, La semaine de la critique e La Quinzaine des réalisateur, spesso sacrificate per le loro sorelle maggiori. Le poche ore rimaste nel nostro calendario non potranno infatti che esser dedicate ai film di mezzanotte, fra cui spicca Blind Detective di Johnnie To, e ad un pizzico di vita mondana che non può mancare in una location così. Seduti su una panchina, guardando la gente che inizia a popolare il lungomare di Cannes, sotto un cielo ormai grigio che non fa presagire niente di buono, abbiamo così definito il nostro personale programma. Giusto in tempo, fra poco Di Caprio ci attende. Finalmente, ci siamo.

 

Scrivi una replica

News

Recovery, Ue lancia piano di finanziamento da 806 miliardi

“La Commissione europea lancia il suo piano per finanziare il Next Generation Eu: entro il 2026, raccoglierà sui mercati 806 miliardi di euro, con un…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bce: “Campagna vaccinale è cruciale per la ripresa”

“Le misure di bilancio a sostegno dell’economia reale, nel 2020, hanno protetto le banche dal buona parte delle perdite sui loro prestiti e sarà cruciale…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ocse: “L’Italia deve migliorare l’efficienza della pubblica amministrazione”

“La priorità essenziale per favorire la ripresa dell’Italia è rappresentata dalla promozione dell’efficienza della pubblica amministrazione, principalmente nell’ottica di migliorare la gestione degli investimenti pubblici…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 103 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 103 punti…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia