La “grande truffa” dei prodotti bio | T-Mag | il magazine di Tecnè

La “grande truffa” dei prodotti bio

bioQuasi un italiano su due (46 per cento) ammette di aver messo nel proprio carrello della spesa prodotti di natura biologica. Un mercato questo che nel 2012 ha registrato infatti un aumento record dei consumi del 7,3 per cento, una crescita questa che si è resa colpevole del ritardo accumulato nel rendere obbligatoria l’indicazione di origine sugli alimenti che ha favorito l’importazioni di falsi prodotti bio a danno dei produttori biologici italiani e dei consumatori. È quanto afferma la Coldiretti sulla base dei dati Ismea nell’esprimere apprezzamento per il maxisequestro della Guardia di Finanza e dall’Ispettorato repressione frodi del ministero delle Politiche Agricole a Cremona, Brescia e Pesaro di ottocento tonnellate di semi di soia provenienti dall’India e 340 tonnellate di panello e olio di colza turchi, contaminati da un pesticida molto tossico, il “clormequat” nell’ambito dell’operazione “Green War”, che ha già portato al blocco di 1.500 tonnellate di mais ucraino e 76 tonnellate di soia indiana. Una operazione che – sottolinea la Coldiretti – ha consentito di togliere dal mercato prodotti base che altrimenti sarebbero finiti in alimenti per i quali si è registrato nel 2012 una grande aumento record dei consumi in Italia come biscotti, dolciumi e snack (+22,9 per cento) e pasta, riso e sostituti del pane (+8,9 per cento). Una truffa che colpisce anche i più piccoli se si considera che negli ultimi dieci anni sono raddoppiati – precisa la Coldiretti – i pasti biologici serviti nelle mense scolastiche, toccando quota 1,2 milioni. Tra esportazioni e consumi interni il giro d’affari complessivo del biologico ammonta in Italia, secondo la Coldiretti a circa 3 miliardi di euro. Un fatturato che pone l’Italia al quarto posto al livello europeo dietro Germania, Francia e Regno Unito e in sesta posizione nella classifica mondiale. Ad essere danneggiate – continua la Coldiretti – sono anche le circa 50mila aziende agricole italiane che coltivano biologico su una superficie coltivata di oltre un milione di ettari che garantiscono all’Italia la leadership europea nei bio per numero di imprese presenti. Di fronte al ripetersi di frodi che riguardano l’importazione di prodotti falsamente biologici è necessario – sottolinea la Coldiretti – che sia facilmente riconoscibile in etichetta la produzione ottenuta con materia prima e standard nazionali, per consentire ai consumatori di fare scelte di acquisto consapevoli sulla reale origine del prodotto acquistato. In attesa che questo avvenga, il consiglio della Coldiretti è quello di acquistare i prodotti biologici direttamente nelle aziende, nelle botteghe e nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica che garantiscono l’origine nazionale degli alimenti in vendita.

 

1 Commento per “La “grande truffa” dei prodotti bio”

  1. Mario De Girolamo

    Coldiretti è l’ultima a poter parlare di pesticidi, Un giorno sì e uno no, con qualsiasi scusa (troppa pioggia, troppo secco, tempo così così) chiede che vengano ri-autorizzati in via straordinaia pesticidi vietati per la loro tossicità. E tramite i suoi consorzi agrari è il maggior venditore italiano di pesticidi e anche dei mangimi OGM di cui sui comunicati dice peste e corna: da un lato si fa bella coi consumatori parlando male degli OGM, dall’altro i suoi soci hanno ricavi ingenti proprio dalla loro vendita. Quello che le interessa è affossare il biologico, promuovendo al suo posto i suoi mercatini locali dove i suoi soci vendono prodotti trattati con i peggio pesticidi. La salute del consumatore e dell’ambiente? Fa niente, basta che compriate dai miei soci… (gli stessi che usavano l’atrazina che ci ha inquinato tutta la pianura padana e davano alle vacche mangimi con farine animali, che ci hanno dato mucca pazza…). Ti conosco, mascherina.

Scrivi una replica

News

Calcio, è morto Diego Armando Maradona

L’ex calciatore del Napoli e della nazionale argentina Diego Armando Maradona è morto a causa di un arresto cardiaco. Aveva 60 anni.…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Violenza sulle donne, Mattarella: «Contrastare ogni forma di sopraffazione, di imposizione e di abuso»

«Spezzare la catena della violenza contro le donne significa contrastare ogni forma di sopraffazione, di imposizione e di abuso». Così il presidente della Repubblica, Sergio…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Conte: «La scuola va riaperta appena possibile»

«La scuola va riaperta appena possibile». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo in occasione di una conferenza stampa a Palma di…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa-Iran, Rohani auspica «nuovo cammino»

L’amministrazione Biden dovrà «compensare le politiche sbagliate» di quella precedente. È l’auspicio del presidente iraniano, Hassan Rohani, secondo il quale solo in questo caso «Teheran…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia