Quando Caravaggio incontra Vasari | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quando Caravaggio incontra Vasari

di Stefano Di Rienzo

caravaggio_maddalena_penitenteAttualmente presso la Galleria Doria Pamphilj di Roma si sta svolgendo un progetto di studio dal titolo “I Dialoghi dell’Arte, Caravaggio incontra Vasari” (dal 28 Gennaio 2013 al 28 Giugno 2013), nato in collaborazione con Arti Doria Pamphilj s.r.l. e Verderame Progetto Cultura. Al tavolo dell’incontro erano presenti l’architetto Mario Lolli Ghetti (già Direttore Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanea e Direttore Regionale per i Beni Culturali e Artistici del Lazio), Giulia Silvia Ghia, Presidente di Verderame Progetto Cultura, Claudio Santini del Ministero dei Beni e Attività Culturali, Claudio Strinati, attualmente Dirigente del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Claudia Tempesta, della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico del Polo Museale della città di Roma.
Il progetto è dedicato a due sommi maestri della pittura italiana, e riguarderà l’intervento conservativo e lo studio tecnico di tre importantissime opere d’arte ospitate dalla Galleria Doria Pamphilj: “Maddalena Penitente” (1594-95), Michelangelo Merisi da Caravaggio, “San Giovanni Battista”, copia da Michelangelo Merisi da Caravaggio, “La Deposizione della Croce” (1540), Giorgio Vasari.
L’iniziativa intende offrire un punto di vista diverso attraverso il quale affrontare i temi dell’intervento conservativo e delle ricerche tecniche sulle opere d’arte, permettendo al grande pubblico, solitamente escluso da questi delicati interventi, di avvicinarsi ed osservare i lavori di restauro in corso. “Questo primo progetto ha dichiarato Giulia Silvia Ghia, Presidente della neo nata associazione Verderame Progetto Cultura, pone le opere d’arte e il museo che le custodisce al centro di un dialogo e di un incontro delle diverse prospettive e delle diverse discipline che si rispecchiano negli eventi culturali, e che accompagnano la realizzazione del progetto stesso. La ricerca e il restauro senza nulla concedere a tentazioni di spettacolarizzazione, si assumono qui oggi il compito di offrire un modello per una nuova fruizione del museo e delle opere d’arte al servizio della comunità. Solo attraverso la condivisione e la conoscenza si potrà trovare il senso di appartenenza al nostro Patrimonio Culturale, e l’obiettivo che Verderame si pone e quello di creare una rete di relazioni con e tra enti pubblici e privati per ideare, sostenere e realizzare progetti come questo.”
I visitatori della Galleria Doria Pamphilj dal 28 Gennaio al 28 Giugno potranno ammirare attraverso un vetro appositamente istallato le opere “sotto la lente” dei restauratori e dei tecnici al lavoro, nonché seguire l’allestimento in progress della documentazione tecnica all’interno delle cornici “vuote” disposte a quadreria sui pannelli espositivi. Anche il pubblico da casa potrà collegarsi al sito ufficiale della Galleria e seguire i lavori in diretta grazie al collegamento con la web cam predisposta da Arti Doria Pamphilj s.r.l all’interno del cantiere. Inoltre da Febbraio a Luglio i più curiosi ed appassionati potranno partecipare ad uno o più incontri promossi dal team dei restauratori e dei tecnici, impegnati nel recupero delle opere, per venire aggiornati sull’esito delle ricerche e sull’andamento dei valori stessi.
“In un momento di grande incertezza economica e di drastica riduzione dei fondi per il Patrimonio Culturale, assume un ruolo di vitale importanza il contributo e la progettualità dei privati per la conservazione di opere di immenso valore quali quelle del progetto “Caravaggio incontra Vasari” ha dichiarato Mario Lolli Ghetti. Stiamo parlando di opere accessibili, già ogni giorno, al grande pubblico ma che per alcuni mesi il progetto metterà sotto i riflettori. Ed è al grande pubblico che desidera rivolgersi questa iniziativa, la prima di una serie di Dialoghi dell’Arte. Da domani fino alla conclusione dei lavori di restauro, il pubblico potrà apprezzare e valutare da vicino l’andamento e i progressi attraverso partecipazioni a incontri e conferenze tematiche approfondirne le molteplici declinazioni e contaminazioni culturali.”
Ricco e multidisciplinare il calendario delle conferenze previste: tra gli altri il compositore e musicologo Giovanni Bietti, il liutista Andrea Damiani, lo storico dell’arte Lorenzo Pericolo e la semiologa Giulia Ceriani, che metteranno “in dialogo” le opere secondo diverse prospettive disciplinari, dalla storia dell’arte alla storia della musica, dalla storiografia alla semiologia.

 

Scrivi una replica

News

Censis: «600mila poveri in più. Covid peggiore il tenore di vita»

Dal rapporto Censis-Tendercapital emerge che «cinque milioni di italiani hanno difficoltà a mettere in tavola un pasto decente, 7 milioni e 600mila hanno avuto un…

23 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, una persona su cinque ha disturbi psichiatrici dopo la diagnosi

Circa una persona su cinque ha disturbi psichiatrici tra 14 e 90 giorni dopo la diagnosi di Covid-19. A rivelarlo uno studio condotto dal Dipartimento…

23 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Movimento 5 stelle, pubblicato il documento di sintesi degli Stati generali

Il Movimento 5 stelle ha pubblicato sul “Blog delle Stelle” il documento di sintesi degli Stati generali del movimento che si sono conclusi la scorsa…

23 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Libia, Italia e altri Ue: «Misure contro chi ostacola la pace»

«Francia, Germania, Italia e Regno Unito hanno ribadito oggi il loro pieno sostegno al processo guidato dalle Nazioni Unite per dare alla Libia nuove istituzioni…

23 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia