In 400 mila non hanno potuto presentare il 730 | T-Mag | il magazine di Tecnè

In 400 mila non hanno potuto presentare il 730

tasse_2013Non hanno potuto presentare il 730, hanno perso il lavoro e non gli viene riconosciuta né la pensione né alcuna indennità di disoccupazione. Questa è la condizione in cui ben 400.000 contribuenti si trovano a vivere. A denunciarlo è stata la Consulta dei Caf (i Centri di assistenza fiscale), che spiega: ora questi contribuenti “dovranno aspettare circa due anni per ricevere i rimborsi fiscali”, che in teoria gli dovevano essere riconosciuti nel corso del mese di luglio.
Un problema che nasce perché i 400.000 in questione non hanno potuto presentare il modello 730 poiché privi di un sostituto d’imposta che possa effettuare il conguaglio.
Al momento non vi è alcuna soluzione e i Caf chiedono che sia trovata al più presto. Basterebbe modificare la normativa, spiega la Consulta presieduta da Valeriano Canepari. Un‘azione necessaria, perché “l’acuirsi delle difficoltà economiche ed occupazionali” sta causando l’aumento di “questa tipologia dei contribuenti”.
Chiede un intervento dell’esecutivo anche Giovanni Bottalico, presidente delle Acli, intervenuto a margine della presentazione del primo rapporto dei Caf Acli. Il ceto medio “sta sprofondando, colpito dalla crisi e dalla perdita di lavoro, bisogna introdurre – spiega Bottalico – elementi di equità attraverso leve fiscali”. “Servono – prosegue – il processo virtuoso riparte se ripartono i consumi”. Ma quali possono essere le scelte giuste per dare nuovi stimoli all’economia? Prima di tutto, secondo il presidente delle Acli, è necessario dare qualche certezza in più a livello di politica fiscale: “Trovarsi ogni giorno nuove tasse non fa bene al Paese”.

 

Scrivi una replica

News

Calcio, è morto Diego Armando Maradona

L’ex calciatore del Napoli e della nazionale argentina Diego Armando Maradona è morto a causa di un arresto cardiaco. Aveva 60 anni.…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Violenza sulle donne, Mattarella: «Contrastare ogni forma di sopraffazione, di imposizione e di abuso»

«Spezzare la catena della violenza contro le donne significa contrastare ogni forma di sopraffazione, di imposizione e di abuso». Così il presidente della Repubblica, Sergio…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Conte: «La scuola va riaperta appena possibile»

«La scuola va riaperta appena possibile». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo in occasione di una conferenza stampa a Palma di…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa-Iran, Rohani auspica «nuovo cammino»

L’amministrazione Biden dovrà «compensare le politiche sbagliate» di quella precedente. È l’auspicio del presidente iraniano, Hassan Rohani, secondo il quale solo in questo caso «Teheran…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia